Quanto costa fare 100 km con un’auto GPL? Il dato è sconvolgente

Per coloro che fanno un utilizzo frequente dell’auto è un momento molto difficile. Scopriamo quali sono i vantaggi della tecnologia GPL.

Il GPL è una tecnologia che si basa sui gas di petrolio liquefatti, ovvero miscele di idrocarburi che vanno a mettersi in funzione sfruttando un basso peso molecolare. La sua composizione principale è data dal mix di propano e butano, con una presenza che a volte coinvolge anche l’etano ed idrocarburi non saturi come l’etilene o il butilene. Oltre ad essere utilizzato in cucina o per riscaldarci nelle nostre case, questa tecnologia viene sfruttata anche per le auto.

Auto GPL (AdobeStock)
Auto GPL (AdobeStock)

Al giorno d’oggi, sono presenti dei modelli che sfruttano il GPL sin dall’accensione del motore, mentre nei sistemi più “anticihi” di alimentazione, che non supportano attualmente tale funzione, in fase accensione è ancora necessario avviare il motore a benzina passando al gas di petrolio liquefatto solo al raggiungimento di una certa temperatura del motore.

Per quanto riguarda i nostri giorni, l’acquisto di una vettura che punta su questa tipologia di alimentazione è molto indicato per percorrere delle lunghe distanze, ed infatti è diventato praticamente impossibile trovare della auto usate che sfruttano questa tecnologia. Spesso e volentieri, chi le acquista effettua ben oltre i 200 mila chilometri prima di decidere di rivenderla, ma nella maggior parte dei casi si opta per la rottamazione in quanto è piuttosto complesso pensare di trovare un nuovo acquirente dopo un chilometraggio così alto.

I costruttori, a cavallo tra i due secoli, hanno iniziato di investire molto sul GPL come fonte di alimentazione mettendo nei loro listini alcune vetture già predisposte in fabbrica con tale tipo di alimentazione, con case come la BMW e la Volvo che hanno prodotto moltissimi modelli di questo tipo. Ricordiamo che GPL e Metano sono due sistemi totalmente diversi e che non vanno confusi tra di loro, dal momento che il GPL è “acquistabile” a meno di un euro al litro, mentre il Metano è ora schizzato alle stelle.

Nel 2021, le auto a GPL più vendute sono state le seguenti: Dacia Sandero, Dacia Duster, Renault Captur, Renault Clio, Fiat Panda, Hyundai i20 e Kia Sportage. Come tutto il mercato dell’auto, anche questa tipologia di alimentazione sta conoscendo un periodo di crisi, pur restando quella che richiede la minor spesa economica per effettuare il rifornimento.

Auto GPL, ecco quanto costa fare 100 km con un litro

Le auto a GPL vengono, solitamente, acquistate da coloro che coprono molte distanze, anche se le prestazioni non sono di certo paragonabili ad un diesel o ad un benzina. Se la velocità massima non ne risente troppo, lo stesso non si può dire per quanto riguarda la ripresa e l’accelerazione, che sono molto più ridotte.

Vi sarete sicuramente chiesti, nello specifico, quali sono i costi per un’auto GPL. Oggi affronteremo la questione relativa a quanto si spende per percorrere 100 chilometri con un litro, ebbene, secondo il sito web “ecomotori“, in media occorrono 6,70 euro per completare questa distanza.

Per quanto riguarda la benzina, occorrono 1,590 euro, 1,520 euro per il diesel e 0,990 euro per il metano. Parlando delle elettriche, la spesa è di circa cinquanta centesimi per coprire una distanza di 100 chilometri, e, come immaginavamo, si tratta della tecnologia più conveniente.

Per quanto riguarda i chilometri che si percorrono con un litro di GPL, possiamo operare una stima approssimativa: sii può dire che con un litro di GPL si possono percorrere circa 13-14 chilometri con una vettura di dimensioni medie, ma come potrete capire, il valore può cambiare in base a diversi fattori.

Uno dei vantaggi può essere rappresentato dai modelli di auto che montano un impianto a GPL di fabbrica, o specificatamente progettato per il modello in questione, possono consumare meno, fino a raggiungere i 15-18 chilometri con un litro di questa alimentazione.