Ferrari, crescita ed assunzioni: ecco chi sta cercando l’azienda italiana

Grazie all’intesa con il Ministero dello Sviluppo Economico e la Regione Emilia Romagna, per la Ferrari si prospetta un nuovo piano di sviluppo con numerosi nuovi inserimenti in azienda.

La Ferrari vola e non parliamo solo di F1. Il brand italiano ha in cantiere nuovi progetti industriali e attività di ricerca e sviluppo, soprattutto in ambito tecnologico. A Maranello è tempo di panificazione per gettare le basi per un futuro ancora più brillante. A Sakhir, intanto, la Rossa ha fatto la voce grossa, conquistando il primo appuntamento stagionale della nuova era della categoria regina del Motorsport. La Scuderia è tornata al vertice, dopo un periodo difficile.

Ferrari (Ansa Foto)
Ferrari (Ansa Foto)

Non perdetevi il secondo round del campionato 2022, qui gli orari del weekend in Arabia Saudita. La crescita nel Motorsport può avere delle ricadute positive anche sull’immagine del brand. L’Automotive si trova davanti a sfide altrettanto difficili, come quelle che attendono il reparto corse nel prosieguo dell’annata. La transizione energetica sta avendo un impatto molto forte sul processo di trasformazione del parco auto circolante.

La Ferrari, con le sue vetture di lusso, non fa eccezione. A metà giugno le mosse dell’iconico marchio italiano saranno annunciate, ma vi possiamo anticipare che le strategie a lungo termine della Rossa saranno basate su sostenibilità ed elettrificazione. I tecnici stanno perfezionando il primo SUV della storia del Cavallino che verrà chiamato Purosangue. L’attesa per il lancio della vettura a trazione integrale è altissima e proprio come accaduto alla Lamborghini con la Urus, il FUV (Ferrari Utility Vehicle) 4×4 dovrebbe aumentare i volumi di vendita della casa modenese.

Le nuove assunzioni della Ferrari

La produzione del SUV del Cavallino darà un impulso nuovo all’immagine del marchio. Il 16 giugno 2022, nel corso del Capital Markets Day, la Ferrari presenterà il nuovo piano industriale. La notizia del protocollo d’intesa firmato col ministero dello Sviluppo economico, Regione Emilia-Romagna e Invitalia, è una notizia splendida. Un nuovo accordo porterà fino a 106 milioni di euro nelle casse di Maranello da indirizzare a progetti industriali e alle attività di ricerca e sviluppo.

Un accordo che mette in primo piano la digitalizzazione e l’investimento su nuove tecnologie, allo scopo di ridurre l’impatto ambientale sul territorio. Gli investimenti saranno, infatti, proiettati alla tutela dell’ambiente e alla formazione, oltre all’accrescimento delle infrastrutture per logistica e telematica, in collaborazione con gli altri enti locali coinvolti. Per la zona di Modena e Maranello sarà un successo assicurato che porterà l’assunzione di altri 250 dipendente in azienda.

Il ministro Giancarlo Giorgetti ha sancito l’accordo: “Il governo è al fianco di Ferrari per affrontare la sfida per un mondo decarbonizzato. Oggi parte una nuova storia, una collaborazione tra azienda territorio e istituzioni, che sarà di successo, di passione e orgoglio. Ferrari non è solo un marchio, ma il simbolo dell’Italia protagonista e vincente nel mondo”.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il marchio fondato da Enzo Ferrari può guardare al futuro con ottimismo. Il Mise si impegna a dare un contributo per assistenza tecnica e finanziaria attraverso lo strumento dei contratti di sviluppo. L’annuncio ufficiale è stato dato anche dal numero uno della casa automobilistica di Maranello, l’amministratore delegato Benedetto Vigna. Vi saranno possibilità per personale altamente qualificato in diversi settori dell’azienda. Per chi fosse interessato a candidarsi alle varie posizioni lavorative, vi consigliamo di dare una occhiata nelle prossime settimane al sito ufficiale della Ferrari.