Binotto spiega il divario tra Leclerc e Sainz: la Ferrari è tornata

La Ferrari ha ottenuto la pole position del Gran Premio del Bahrain, con Leclerc primo e Sainz terzo. Binotto esalta il lavoro della squadra.

La Ferrari è tornata ufficialmente: Charles Leclerc ha staccato la pole positione nel Gran Premio del Bahrain, staccando di un decimo la Red Bull di Max Verstappen e l’altra Rossa di Carlos Sainz. Tutti davano come stra-favorito il campione del mondo, ma è stata la F1-75 a piazzare la zampata.

Ferrari Mattia Binotto (ANSA)
Ferrari Mattia Binotto (ANSA)

Vedendo il quarto tempo di Sergio Perez, a quasi quattro decimi dal battistrada, si evince molto bene il grande potenziale di questa vettura, e solo il talento incredibile dell’olandese è riuscito ad evitare la doppietta del Cavallino. La cosa che fa “gasare” i tifosi sono le strepitose performance della power unit di Maranello e del telaio della nuova arma in mano ai due piloti, che nel misto sembra volare.

Impressionante il gap di quasi sette decimi rifilati alla Mercedes di Lewis Hamilton dalla Ferrari di Leclerc. Una cosa simile non si vedeva dal GP del Belgio del 2019, ma in quella stagione il team di Brackley dominò comunque la scena senza troppi patemi. Molto curioso anche un ulteriore dato, quello che riguarda la partenza dalla prima posizione alla prima gara: non accadeva dal GP di Australia del 2007, quando Kimi Raikkonen dominò anche la corsa per poi vincere il mondiale.

Nel box del Cavallino, comunque, la gioia è stata tutto sommato contenuta. I membri della Scuderia modenese sanno benissimo che la gara è prevista per domani e che solo in quell’occasione si porteranno a casa i punti. Verstappen resta molto temibile per quello che ha fatto vedere tra i test e le prove libere del venerdì, ma la Rossa è sicuramente nella migliore posizione per domani.

Ferrari, Binotto esalta il lavoro della sua squadra

La Ferrari è tornata davanti a tutti, con Charles Leclerc che si è regalato la decima pole position in carriera. Il monegasco vuole riscattare la vittoria che tre anni fa gli venne tolta da un problema tecnico mentre stava dominando la corsa, ma avrà in Max Verstappen un avversario molto complicato.

Mattia Binotto ha fatto i complimenti alla sua squadra dopo le qualifiche, parlando ai microfoni di “SKY Sport F1“: “Devo dire che siamo davvero molto felici, ne avevamo bisogno e la pole position non era per nulla scontata. La Red Bull è velocissima e ce lo ha dimostrato sino ad ora. Charles ha dato il meglio, mentre Carlos ha studiato tanto dopo i problemi di ieri e questo risultato è un gran premio per i nostri sforzi fatti sino ad ora“.

La gara è domani ma siamo molto contenti, la vettura si comporta come vogliamo. Charles ha messo insieme il giro perfetto, ha fatto qualcosa di strepitoso nel secondo settore  e la cosa positiva è che siamo andati forte nel guidato dove in passato facevamo fatica. Anche il motore è cresciuto tanto, il pacchetto si è comportato benissimo ed anche Alfa Romeo Racing ed Haas ce lo hanno fatto vedere“.

Binotto ha tenuto alta l’attenzione in vista della gara, dove si attende una battaglia tra Ferrari e Red Bull: “La Red Bull è fortissima in gara, oggi siamo contenti ma dobbiamo voltare pagina perché domani è un altro giorno e sarà importante gestire gomme e degrado ma occorre essere molto contenti”.

Siamo partiti da lontano, lo scorso anno e due anni fa eravamo in grande difficoltà. Per noi questo risultato è un grande sollievo ed è bellissimo vedere i ragazzi gioire. Bravo Carlos a studiare per avvicinarsi a Charles, il quale è stato molto bravo nell’ultimo tentativo. Forse Carlos ha fatto troppo qualche errore che non lo ha aiutato a migliorarsi. Charles si sta dimostrando molto maturo e sta crescendo, ha tanto talento ed abbiamo la miglior coppia di piloti. Le gomme dovremo gestirle bene durante la gara, occorre essere perfetti“.