Quartararo, pole e riscatto in Indonesia: le sue parole sorprendono

Quartararo molto felice del miglior tempo conquistato nelle Qualifiche nel GP d’Indonesia: vuole fare un grande risultato in gara.

Riscatto per Fabio Quartararo, dopo un difficilissimo weekend in Qatar. Sua la pole position nel Gran Premio d’Indonesia 2022. Un piazzamento molto importante in ottica gara.

Fabio Quartararo
Fabio Quartararo (Foto LaPresse)

Partire davanti è fondamentale in una pista come quella del Mandalika International Street Circuit nella quale è complicato effettuare sorpassi. E vista la delusione a Losail, aveva proprio bisogno di ottenere il miglior tempo nelle Qualifiche di oggi.

Il campione in carica della MotoGP aveva già mostrato di avere un ottimo passo nel corso delle prove libere. La Yamaha sembra funzionare bene sul tracciato indonesiano. Lo conferma anche Franco Morbidelli, che non ha fatto una buona qualifica ma che ha un ritmo molto buono.

MotoGP Indonesia 2022: Quartararo felice dopo le Qualifiche

Quartararo al termine delle Qualifiche in Indonesia ha commentato la sua pole position di oggi mostrando grande soddisfazione: “È stato difficile, la pista è tosta per gomma dietro anche per la qualifica. È il primo circuito in cui senti che la gomma si scalda tanto con un giro. Per fortuna ho fatto pochi errori nei due giri veloci“.

Il pilota Yamaha conferma il fatto che essere nella prima casella della griglia è molto rilevante al Mandalika International Street Circuit, il motivo è evidente: “È molto importante, soprattutto qua dove è complicato fare sorpassi. È una buona posizione per iniziare. Pensavo di perdere nel T2, perché temevo di fare un errore alla curva 5. Bello essere in prima fila“.

Dopo la grande delusione in Qatar, poteva non esser facile riscattarsi subito, ma Quartararo ha messo alle spalle quanto successo a Losail e ribadito il suo valore indiscutibile: “Quando passi per un momento difficile io mi carico, non vado giù. Quando il momento è complicato lavoro di più, penso a trovare la soluzione per essere davanti. La mia mentalità è questa“.

Fabio non molla. Sa di non avere la migliore moto della griglia MotoGP, però su alcune piste può essere particolarmente veloce e fare la differenza anche con la Yamaha M1. Quella di Mandalika potrebbe essere quella giusta per risalire sul podio, magari sul gradino più alto.

Il nono posto in Qatar è stato un brutto risultato, in Indonesia ha voglia di tornare in una posizione importante. Il potenziale per fare una gara da protagonista ed essere il primo a tagliare il traguardo sembra esserci.