Leclerc stupito dalla sua Ferrari: le parole sulla Red Bull fanno riflettere

Charles Leclerc sigla la pole position in Bahrain, beffando per un decimo Verstappen e Sainz. Il monegasco pensa già a domani.

La prima pole position del mondiale 2022 è andato alla Ferrari di Charles Leclerc. Si tratta della decima partenza al palo in carriera per il giovane monegasco, che girando in 1’30”558 ha beffato la Red Bull di Max Verstappen proprio negli ultimi secondi. L’olandese si è dovuto accontentare della seconda piazza, staccato di 123 millesimi.

F1 Charles Leclerc (Twitter)
F1 Charles Leclerc (Twitter)

Terzo Carlos Sainz che è a soli 6 millesimi dal campione del mondo, in una delle qualifiche più esaltanti degli ultimi anni. La Ferrari F1-75 non era un fuoco di paglia, ma è un vero e proprio missile, almeno per ora. Il dato esaltante viene dal tratto centrale della pista, dove per tutto il week-end il Cavallino ha fatto la differenza.

Leclerc è stato pazzesco in quella parte della pista, facendo la differenza sulla RB18 del proprio avversario. Va detto che anche Sainz ha svolto un lavoro egregio, dal momento che ieri era risultato molto staccato dal compagno di squadra. Dietro di lui c’è Sergio Perez, che ha confermato il netto dominio di Ferrari e Red Bull.

La notizia della giornata è il crollo della Mercedes: Lewis Hamilton si è piazzato al quinto posto, attardato di quasi sette decimi dal battistrada. La forza della power unit di Maranello è confermata da Valtteri Bottas che ha piazzato in sesta posizione l’Alfa Romeo Racing, mentre Kevin Magnussen si è piazzato al settimo posto con la Haas. Ottavo Fernando Alonso sull’Alpine davanti ad un pessimo George Russell con l’AlphaTauri di Pierre Gasly a completare la top ten.

Per la Mercedes, va detto, sembrano essere guai seri a livello di motore. Lando Norris con la McLaren è dodicesimo, mentre il compagno di squadra Daniel Ricciardo è diciottesimo. Altre due power unit prodotte a Brixworth sono in ultima fila, ovvero l’Aston Martin di Lance Stroll e la Williams di Nicholas Latifi. Quattordicesimo Alexander Albon, mentre è diciassettesimo Nico Hulkenberg.

Leclerc, pole da sogno in Bahrain ma pensa alla gara

Charles Leclerc ha staccato la decima pole position della sua carriera, la seconda in Bahrain dopo quella del 2019. Questo tracciato gli aveva regalato la prima partenza al palo tre anni fa, trasformatasi poi in una doccia fredda con il problema tecnico della domenica. La Ferrari sembra poter sognare in grande, anche se si tratta della prima qualifica.

Per quanto si è visto a livello di simulazione gara, la favorita sembra poter rimanere la Red Bull di Max Verstappen, ma partire secondo non era nei piani del campione del mondo. Tuttavia, il monegasco non è apparso troppo esaltato per la pole, consapevole che i punti veri si fanno alla domenica.

Leclerc è stato intervistato dopo la qualifica, raccontando le proprie sensazioni a “SKY Sport F1“: “La sensazione è stata bellissima, veniamo da anni difficili in cui abbiamo passato dei momenti molto brutti. Ci siamo impegnati molto attorno a questa macchina, frutto di un duro lavoro durato molto tempo ed ora direi che ce la meritiamo“.

Il monegasco ha ammesso che si aspettava una Red Bull più competitiva: “Eravamo piuttosto sicuri che loro sarebbero stati davanti, ma così non è stato e credo che sia una sorpresa molto positiva per noi. Domani con le gomme non sarà per niente facile, dal momento che ci sarà del caldo e che il peso delle vetture aumenterà con la benzina. Bisogna mantenere la calma. Il passo c’è ma la gara è lunga e tutto può accadere“.

La Ferrari è tornata dove merita di stare, ma ora ci sono i 25 punti da portare a casa. L’ultimo successo del Cavallino risale al 22 settembre 2019, quando Sebastian Vettel guidò la doppietta Rossa di Singapore davanti al monegasco. L’unico reale avversario è il campione del mondo, che sarà assetato di voglia di riscatto.