Questa Ferrari 512 è spettacolare: venduta ad una cifra folle

Il noto conduttore tv Chris Harris ha messo all’asta un modello Ferrari di grande successo degli anni Novanta. Un vero gioiello.

Una Rossa è per sempre. O almeno così dicono i fan della Ferrari, o almeno chi se la può permettere. La verità è che la macchina di Maranello da sempre è una delle più ambite e ricercate, anche nelle aste. C’è però sempre qualcuno che prova a sbarazzarsene, magari solo per il gusto di fare il colpo. E chissà, prendersene un’altra più “moderna”. E sono tanti i vip che possiedono una Ferrari o ce l’hanno avuto. Ma anche quelli che hanno deciso di “lasciarla andare”. Tra questi c’è Chris Harris, un’istituzione per gli amanti dei motori.

La Ferrari di Chris Harris (fonte Facebook)
La Ferrari di Chris Harris (fonte Facebook)

Come definirlo? Recensore, scrittore e redattore per molte riviste automobilistiche, tra cui Evo, Autocar e Jalopnik, si legge su Wikipedia. Ma in particolare è noto per le sue trasmissioni su Youtube e in tv dedicate alle quattro ruote. Da quando nel 2017 poi è diventato uno dei tre presentatori di Top Gear, trasmissione cult per gli appassionati, è diventato conosciutissimo in tutto il mondo.

Harris dice addio alla sua Ferrari 512 TR

Adesso anche il noto conduttore ha deciso di “disfarsi” di una Ferrari. E si tratta di un modello particolarmente affascinante, la 512 TR. Un’auto dalle forme sinuose, presentata al Salone dell’auto di Los Angeles del 1992 e che rappresenta l’evoluzione naturale di un altro modello iconico di Maranello, la Ferrari Testarossa. Una vettura passata alla storia in parte grazie ai suoi ruoli di primo piano nella serie TV Miami Vice e nel videogioco Sega OutRun.

Sebbene la 512 TR e la Testarossa sembrino quasi indistinguibili ad un occhio inesperto, la 512 TR aveva un telaio modificato, sospensioni e freni potenziati, una serie di modifiche al motore e alla trasmissione e il motore è stato abbassato di 30 millimetri per migliorare ulteriormente la maneggevolezza. Complessivamente la potenza è stata aumentata da 385 CV a 422 CV a 6.750 giri / min, con una coppia leggermente aumentata. In totale ne sono stati prodotti quasi 10 mila esemplari di questa Ferrari, il che l’ha resa tra le auto più famose del marchio italiano.

La 512 TR è anche uno dei modelli del Cavallino più apprezzati da Chris Harris, che è stato uno dei proprietari della Rossa finita all’asta da Collecting Cars. Il conduttore la acquistò nel 2013 con 52.000 miglia sul contachilometri, l’ha usata con parsimonia, in particolare per in numerosi viaggi tra cui una vacanza in famiglia in Francia. E oggi ha sul tachimetro solo 66.000 miglia. Le offerte per questa Ferrari sono subito schizzate alle stelle e oggi è di quasi 90 mila sterline quella più alta, ma ci sono ancora diversi giorni per partecipare all’asta.

Harris e l’amore-odio per la Rossa

Chissà se nella decisione di dire addio alla sua Ferrari abbiano inciso le ultime polemiche con la casa di Maranello dopo la recensione del suo ultimo modello, la SF90 stradale. “Se il progetto per il futuro di Ferrari dovesse essere una macchina che mette la tecnologia davanti al conducente, non sono sicuro sia il futuro che vorrei”, ha detto. Un commento che non ha lasciato indifferente l’azienda, che ha sottolineato come le stringenti normative in fatto di emissioni condizionino inevitabilmente anche un marchio come Ferrari.

C’è da dire però che Harris ha sempre nutrito questo rapporto di amore e odio per la Rossa. Ne ha apprezzate tante, ma non ha lesinato commenti anche poco eleganti. Come per la Mondial, che si è assicurato per soli 29.188 dollari e che ha definito “la Ferrari decappottabile più schifosa mai realizzata”. Anche se poi ne ha apprezzato la sua evoluzione, che ha apostrofato come “gioia pura”.