Alfa Romeo, avvistata sulle strade italiane la nuova Stelvio (VIDEO)

In attesa della Tonale, l’Alfa si rifà il look. A partire dalla Stelvio, che è stata vista già su strada con diverse novità.

L’Alfa Romeo per questo 2022 ha deciso di cambiare pelle. In attesa della Tonale, uno dei prodotti di punta del futuro Biscione, sono pronti a un bel restyling sia la Giulia che la Stelvio. Si tratterà di cambiamenti anche abbastanza profondi e significativi per due modelli che negli anni scorsi hanno rilanciato il marchio italiano, ottenendo un buon successo di vendite e che già nel 2021 avevano avuto un leggero “lifting”.

Alfa Romeo (AdobeStock)
Alfa Romeo (AdobeStock)

Proprio di recente alcuni esemplari della Stelvio sono comparsi sulle strade italiane. Anche se non particolarmente camuffata, la vettura mostra già dei particolari molto interessanti sulla linea che prenderanno anche i modelli futuri del marchio.

L’Alfa Romeo Stelvio si “tonalizza”

L’auto apparsa su strada in Italia, oltre al colore rosso acceso, mostra un particolare badge, “Estrema”. Potrebbe dunque essere una versione più sportiva del SUV dell’Alfa Romeo, ma i dettagli ancora non sono stati svelati. Sembra decisamente diverso il parafango anteriore, con nuovi fendinebbia, mentre sopra cambia anche la forma dei fari, che ora sono a matrice di LED, proprio come l’Alfa Romeo Tonale che uscirà a breve.

E proprio in questa direzione vanno i cambiamenti della vettura. Il nuovo paraurti sembrerebbe derivare direttamente da quello dell’attuale versione Veloce, quindi con un design più sportivo rispetto a quello visto finora. Nella parte posteriore invece i fanali sembrano non aver subìto cambiamenti di alcun tipo. Riviste poi le calotte degli specchi retrovisori. Poco si sa poi degli interni, anche se rumors vogliono che la Stelvio si sia dotata di un quadro strumenti completamente digitale, simile a quello appena presentato sulla Tonale.

Difficile sapere se cambieranno anche le motorizzazioni, sempre seguendo quelle che saranno introdotte per il nuovo SUV Alfa. Potrebbe infatti essere adottata l’alimentazione ibrida plug-in da 275 cavalli, mentre la versione Quadrifoglio, quella più sportiva e solo benzina, potrebbe sparire per fare posto appunto alla Estrema, magari con un motore elettrico ad affiancare quello endotermico.

Gli ADAS di livello 2 attualmente presenti su questo modello non subiranno grossi cambiamenti al contrario delle modalità di guida, che con l’avvento dell’ibrido ha portato a modelli più green ma comunque piacevoli da condurre su strada e che strizzano l’occhio a chi cerca anche la potenza. Infatti il motore mild hybrid dello Stelvio potrebbe essere la stessa unità che debutterà sul Maserati Grecale.

Il debutto della nuova Stelvio? Per ora bocche cucite dall’azienda, anche se dovrebbe avvenire a breve. La presentazione potrebbe arrivare prima dell’estate, con le vendite che cominceranno da settembre, magari proprio come con la Tonale. E in contemporanea potrebbe arrivare anche la Giulia “rivista”. Entro fine 2022, o al massimo per inizio 2023, Giulia e Stelvio restyling debutteranno anche sul mercato americano che per il marchio è stato quello principale.