F1, Ferrari in ritardo su Red Bull e Mercedes? Sainz svela la verità

La F1 sta per ripartire, con la grande attesa relativa al potenziale della Ferrari. Carlos Sainz dice la sua sulle performance della Rossa.

I test invernali di Sakhir sono andati in archivio, dando ben poche informazioni a livello di performance assolute. Le nuove F1 ad effetto suolo hanno terminato il loro svezzamento, con l’unica certezza che sembra rappresentata dalla superiorità dei soliti top team, vale a dire Red Bull, Mercedes ed anche Ferrari.

F1 Carlos Sainz (ANSA)
F1 Carlos Sainz (ANSA)

Le nuove regole si erano imposte la volontà di riavvicinare la concorrenza, ma l’analisi dei passi gara lascia ben poche speranze in merito a questa possibilità. La RB18 e la W13, ma anche la F1-75 hanno dimostrato un passo notevolmente superiore, con la sola AlphaTauri che in alcuni frangenti non si è dimostrata troppo lontana.

Va detto che, in questo caso, è possibile ipotizzare che la Honda abbia voluto alzare la potenza della propria power unit per fare delle verifiche in chiave Red Bull, essendo, il team di Faenza, l’unica Scuderia motorizzata dalla casa di Sakura oltre ai campioni del mondo piloti grazie a Max Verstappen.

Le F1 hanno evidenziato dei progetti molto differenti tra di loro, cosa che è subito piaciuta ai tifosi. Tuttavia, se sin dal Gran Premio del Bahrain di domenica prossima dovessero palesarsi delle differenze troppo marcate, inizierebbero ad alzarsi i primi dubbi sui regolamenti stilati dalla Federazione Internazionale.

Le simulazioni di passo gara del pomeriggio hanno evidenziato un ottimo ritmo da parte della Red Bull, mentre la W13 era stata estremamente performante in mattinata. A Maranello c’è comunque ottimismo, come confermato dalle parole di Mattia Binotto a “SKY Sport F1“.

Ci sentiamo pronti per questa prima gara, abbiamo completato tutto il programma facendo moltissimi chilometri senza avere alcun problema. Credo ci siano tre team in vantaggio su tutti gli altri e sono molto vicini tra di loro. Il passo è buono e credo ci sarà qualcosa da rivedere sulla posizione degli specchietti Mercedes“.

F1, Sainz rivela il proprio pensiero sulla Ferrari

I test invernali della F1 si sono conclusi in Bahrain, dove tra una settimana si scenderà in pista per il primo week-end stagionale, con le prime indiscrezioni che confermano la superiorità di Red Bull, Mercedes e Ferrari. Il Cavallino ha spinto molto, a livello di power unit, con Haas ed Alfa Romeo Racing, salite in sesta e settima posizione con Mick Schumacher e Valtteri Bottas.

La potenza della nuova unità propulsiva sembra già una certezza, con Carlos Sainz che ha parlato in un’intervista concessa a “SKY Sport F1“: “Abbiamo fatto tanti passi in avanti, la macchina si comporta molto bene ed abbiamo completato il programma di lavoro che ci eravamo prefissati“.

Le nuove F1 sono molto diverse dal passato, ma i valori non sembrano essere stati stravolti: “Sul passo gara Red Bull e Mercedes sono molto forti ma anche noi siamo messi bene. Per quanto riguarda il giro secco è impossibile fare delle valutazioni corrette. Ognuno ha lavorato con dei carichi di benzina differenti e delle mappature di motore che non lasciano intendere il potenziale. Dai dati GPS vediamo che queste due squadre sono fortissime, ma solo in qualifica verremo a conoscenza della verità“.

Riguardo agli obiettivi stagionali, Charles Leclerc aveva detto di puntare almeno a cinque vittorie. Carlos Sainz ha aggiunto: “Ancora non ho vinto neanche una gara, per cui trovare il primo successo sarebbe già grandioso. Dopo averne vinta una penseremo a cercarne altre, anche se non sarà facile visto che la concorrenza è molto forte. Al momento mi risulta impossibile affermare la nostra posizione esatta, visto che queste macchine sono anche più difficili da guidare per noi piloti. Noi siamo pronti e daremo il massimo per far gioire i tifosi“.