F1, clamoroso retroscena: Christian Horner smentisce tutto sulla Mercedes

Il team principal della Red Bull F1, Christian Horner, ha smentito le voci della mattinata sulle soluzioni della Mercedes.

La F1 è arrivata in Bahrain dove sono in corso gli ultimi test pre-stagionali di questo nuovo corso della massima formula. Le monoposto ad effetto suolo hanno completato il loro “svezzamento” a Barcellona, presentandosi a Sakhir nelle versioni che poi disputeranno il primo Gran Premio del nuovo campionato.

F1 Christian Horner (ANSA)
F1 Christian Horner (ANSA)

Gli occhi, questa mattina, erano tutti per la Mercedes, capace di portare una versione B della propria W13. La zona dei sidepod della Red Bull aveva ammutolito tutti in quel di Barcellona, ma la freccia d’argento è riuscita a fare ancora meglio, almeno dal punto di vista visivo.

Le fiancate sono praticamente inesistenti, una vera e propria rivoluzione per la F1. La Mercedes era stata la vettura più “conservativa” tra quelle presentate dei top team, ma in Bahrain le cose sono state rimesse al proprio posto. Lewis Hamilton ha portato al debutto la nuova monoposto in mattinata, anche se non tutto è andato liscio.

Il sette volte campione del mondo ha dovuto combattere a lungo per tenere in pista la vettura, apparsa molto nervosa e schiacciata. Le scintille viste sui rettilinei sono state numerose, così come si è notato un fenomeno di porpoising molto accentuato. La vettura anglo-tedesca era stata una di quelle che ne aveva sofferto di meno in Spagna, ma stamattina l’effetto è stato molto più marcato.

Gli uomini del team di Brackley hanno lavorato a lungo sulla freccia d’argento, alzandola di qualche millimetro per cercare di minimizzare il problema. Essendo una monoposto estrema, è normale che ci sia qualche guaio di gioventù, che sarà importante risolvere in fretta per pensare di arrivare subito al top sin dalla prima gara.

La possibilità di seguire in diretta televisiva questa sessione di test ci ha dato modo di notare tutte le difficoltà di guida che stanno incontrando i piloti con queste vetture, molto meno stabili in staccata a causa dell’aumento di peso. Le problematiche andranno a risolversi facendo tanti chilometri, ma va detto che anche la pista sporca non aiuta.

F1, Horner smentisce le voci emerse in mattinata

Sulla nuova Mercedes F1 W13 ci sono molti dubbi a livello di legalità, ed in mattinata era stata “Auto Motor und Sport” a riportare una voce piuttosto clamorosa. Stando a quanto detto dalla testata tedesca, Christian Horner aveva dichiarato: “Sulla Mercedes ci sono molte soluzioni non legali, questa macchina viola totalmente lo spirito del regolamento“.

Tuttavia, la smentita è arrivata prima da un comunicato rilasciato dalla Red Bull, ed in seguito dal team principal in persona che è stato intervistato da “F1 TV” e da Ted Kravitz: “Non abbiamo mai parlato della Mercedes, francamente dico che non ho prestato molta attenzione alla loro macchina perché non mi interessa molto. Abbiamo una buona vettura dal canto nostro e stiamo lavorando duramente per perfezionarla. Vogliamo andare forte sin da subito“.

La Mercedes sta facendo discutere, oltre che per la zona dei sidepod, anche per una sorta di ala apparsa sotto agli specchietti, che è espressamente vietata dai regolamenti. La sensazione è che le polemiche saranno molte, anche relativamente alla questione del budget cap, che quest’anno è stato inasprito ancor di più rispetto al passato.

Ciò che è certo è che la freccia d’argento è riuscita a stupire tutti per l’ennesima volta, presentandosi con una monoposto bellissima ed estrema. Gli avversari stanno seguendo molto attentamente l’evolversi della situazione, anche in attesa di scoprirne il potenziale. Tuttavia, per vedere i veri valori sarà necessario attendere il week-end di gara, al quale manca ancora una settimana. Il Circus sta tornando con tutte le sue caratteristiche.