MotoGP, Marc Marquez ha cambiato stile di guida: ecco perché

Il pilota della Honda, Marc Marquez, si è presentato più carico che mai per il primo appuntamento della stagione. La MotoGP riaccende i motori sul tracciato di Losail.

La stagione più lunga di sempre pare aver motivato ancor di più i centauri della MotoGP. I piloti non vedono l’ora di scendere in pista domenica per la prima sfida dell’anno. Marc Marquez è sembrato rilassato e sollevato dopo i problemi dell’inverno. Si può dire concluso un lungo periodo di sofferenza per il campione spagnolo che nel 2020 si è dovuto operare alla spalla destra. Dopo il trauma di Jerez de la Frontera, MM93 quest’inverno ha sofferto nuovamente di diplopia, cosiddetta visione doppia.

 

Marc Marquez (Ansa Foto)
Marc Marquez (Ansa Foto)

Ora il catalano sta bene e può, finalmente, guardare con ottimismo alla sfida che lo attende nel 2022. La moto è stata radicalmente trasformata rispetto allo scorso anno. Dopo stagioni difficili la Honda ha deciso di rivoluzionare il progetto e a trarne i benefici non sarebbe più solo Marquez. Nelle prime prove libere di giornata Pol Espargarò ha preceduto di 11 millesimi Marc Marquez, piazzandosi al quarto posto. Il #93 è sembrato a suo agio sulla moto, preceduto solo dal suo teammate e dai primi tremi: Binder su KTM, Nakagami sulla Honda del team di Cecchinello e Rins sulla Suzuki.

Nelle seconde libere Marc ha colto il secondo tempo, confermando il buon feeling della prima sessione. Le Suzuki hanno fatto la voce grossa, ma il Cabroncito si è infilato tra i due spagnoli della Suzuki. L’otto volte campione del mondo cambierà approccio. Ora che è tornato in piena forma fisica il Cabroncito non si pone limiti. La nuova moto è una rivoluzione per lui ed è come se fosse salito su un bolide di un nuovo marchio, tanto è diversa. Marc ha pronosticato in conferenza che vincerà il titolo mondiale nel 2022 e siamo certi che potrebbe dare del filo da torcere a tutti già a partire dal Qatar.

MotoGP, le ambizioni di Marc Marquez

Se Fabio Quartararo vuole confermarsi campione e Pecco Bagnaia riuscire a sfatare il tabù della Ducati e dei piloti italiani, Marc vuol raggiungere i nove titoli mondiali di Valentino Rossi. La prima stagione senza il centauro di Tavullia sarà particolare, ma in press conference il #93 non ha esitato a rispondere per le rime ad una domanda sull’ex centauro della Yamaha.

Dopo le seconde libere, Marc Marquez ha dichiarato a Sky: “Sto provando a guidare molto pulito. Con lo stile di guida di prima non riesco per il momento. Questa Honda richiede un altro stile di guida, provo ad andare molto pulito. Ancora siamo lontani sul passo, ho fatto un giro abbastanza buono, ma il passo delle due Suzuki e di Fabio Quartararo è migliore. Poi vediamo ma comunque sono contento di iniziare così in Qatar che è una pista dove solitamente faccio fatica“.

Marquez è parso molto sereno, sebbene stia sperimentando un nuovo stile di guida. “Non so perché quando provo ad andare più forte vado più piano. Già a Mandalika ho capito un po’ il modo di guidare la moto, anche con il fisico. Mi piace e mi aiuta un po’, ma per il momento non ce la faccio ad essere più aggressivo perché ancora davanti non la sento come piace a me“. La Honda ha sempre sofferto in Qatar rispetto ai competitor, ma le novità tecniche sembrano andare nella giusta direzione, considerato il secondo crono. Marc ha ammesso che non sa, sinceramente, se riuscirà a lottare per la vittoria sul tracciato di Losail ma tutto dipenderà dal feeling che avrà domenica.