Jack Miller, sfogo sul suo futuro in MotoGP: “Leggo tante cavolate”

Miller in Qatar si mostra stizzito di fronte alle domande sul suo futuro: vuole far parlare la pista.

Il 2022 è un anno molto importante per Jack Miller, che ha un contratto in scadenza e deve guadagnarsi il rinnovo. La Ducati, che ha già confermato il suo compagno di squadra Francesco Bagnaia, osserverà con attenzione il suo rendimento.

Jack Miller
Jack Miller (Ansa Foto)

Jorge Martin, Enea Bastianini e Johann Zarco puntano la sua sella nel team ufficiale. Ma il pilota australiano ha assoluta intenzione di tenersela stretta. Può farlo solamente attraverso i risultati.

Nel campionato MotoGP che scatta in questo weekend in Qatar deve cercare di essere sempre in top 5 e avere un rendimento costante. Proprio la costanza è un aspetto sul quale non ha mai brillato ed è costretto a migliorare se non vuole ritrovarsi a cambiare squadra.

MotoGP, Jack Miller non vuole rispondere sul futuro

Il primo appuntamento del calendario MotoGP si svolge, come di consueto, in Qatar. Quella di Losail è una pista storicamente favorevole alla Ducati e dunque Miller ha l’opportunità di iniziare molto bene il campionato 2022. Deve partire subito forte e poi avere continuità per convincere la casa di Borgo Panigale a rinnovargli il contratto.

Interpellato sul suo futuro dai giornalisti presenti in Qatar, il pilota australiano si è mostrato decisamente innervosito: “Ogni inizio stagione mi chiedete sempre le stesse cose – riporta SkySport.it – e poi leggo un sacco di cazzate. Vengo sempre messo in discussione, scrivono che rischio il posto, ma io non posso farci nulla”.

Jack non ha grande voglia di parlare della sua situazione contrattuale ora, preferisce pensare al lavoro che deve fare in pista. Spera di iniziare bene il Mondiale 2022 a Losail, consapevole che sia lì che nel resto della stagione ci saranno tanti avversari forti da dover fronteggiare.

Sicuramente il fatto di doversi guadagnare il rinnovo gli mette un po’ di pressione, però può essere uno stimolo a fare risultati migliori rispetto al passato. Ormai dovrebbe avere l’esperienza per gestire questi momenti e concentrarsi unicamente sulle gare.

Martin, Bastianini e Zarco sono a loro volta in scadenza con Ducati e devono convincere i vertici di Borgo Panigale. Il posto libero nel team ufficiale per il 2023 è uno solo, dunque non è semplice assicurarselo. Serviranno un po’ di gran premi prima di arrivare a una decisione. Miller darà tutto per guadagnarsi la conferma e convincere anche chi è scettico sul suo valore.