Pol Espargarò, posto in Honda a rischio? Lui risponde per le rime

Sarà un 2022 decisivo per Pol Espargarò: in ballo c’è il rinnovo di contratto, ma il pilota di Granollers lancia la sfida.

Pol Espargaró si gioca una bella fetta di carriera in questa stagione MotoGP. Nei test invernali ha chiuso al comando in sella alla nuova Honda RC-V, ma saranno le prime gare a decretare se il pilota di Granollers abbia acquisito il giusto feeling con la nuova moto. Gli ingegneri della HRC hanno seguito anche i suoi feedback nello sviluppo del prototipo 2022, la moto sembra più facilmente guidabile per tutti i piloti del marchio, il destino è nelle sue mani.

Pol Espargaro (foto Ansa)
Pol Espargaro (foto Ansa)

Il best lap al Mandalika Circuit non porta punti né garanzie sul contratto, ma sicuramente ha messo di buon umore Pol Espargarò, Arriverà in Qatar con la consapevolezza di potere e dovere dire la sua in un campionato dove in teoria la Honda potrebbe essere la nuova moto vincente dopo i cambiamenti radicali visti nei test invernali a Sepang e Lombok. “Abbiamo ancora margini di miglioramento per essere più veloci… L’obiettivo della Honda è che tutti i suoi piloti vadano veloci”, ha detto il catalano in un’intervista al giornale spagnolo ‘AS’.

Pol Espargarò e il futuro in MotoGP

Nella stagione 2021 ha ottenuto un solo podio e sin troppe cadute, il risultato finale è andato al di sotto delle aspettative. Per riguadagnarsi la fiducia del suo team serve una inversione di rotta e da subito, perché il mercato piloti si deciderà anche sui risultati dei primi GP. “La nuova Honda è migliore in tutto. Non c’è niente di negativo”. Ha guadagnato molto in termini di grip al posteriore, fino allo scorso anno il vero tallone d’Achille, oltre ad aver aggiunto cavalli al motore e più stabilità all’anteriore.

Non ci sono altri obiettivi se non puntare al titolo mondiale, un obbligo quando si sale in sella alla Honda RC213V. Dal punto di vista personale dovrà però guadagnarsi soprattutto il rinnovo di contratto. “Non sono preoccupato per niente. Sarei preoccupato se i test fossero andati male… il rinnovo è l’ultima delle mie preoccupazioni”. Eppure le voci di mercato insistono su Joan Mir e Fabio Quartararo come piloti accreditati a prendere il suo posto nel 2023. Se il maiorchino sembra aver sciolto i dubbi di mercato, non può dirsi altrettanto per il francese. Inoltre avanza anche il nome di Pedro Acosta… “Cosa penso? Chi vuole la mia moto dovrà essere davanti a me”.