Valentino Rossi, clamoroso retroscena: voleva smettere prima

Nel corso di un’intervista, Valentino Rossi ha raccontato che già qualche anno fa aveva pensato all’idea di ritirarsi dal Motomondiale.

La carriera di Valentino Rossi in MotoGP si è conclusa lo scorso 14 novembre, quando ha disputato la sua ultima corsa in sella alla Yamaha Petronas sul tracciato di Valencia. Si tratta di una pista che non fornisce molti ricordi positivi al “Dottore”, che al Ricardo Tormo perse ben due titoli mondiali: nel 2006 contro la Honda di Nicky Hayden e nel 2015 contro il compagno di squadra Jorge Lorenzo.

Valentino Rossi (Twitter)
Valentino Rossi (Twitter)

La vita lo ha messo di fronte alla scelta più difficile lo scorso anno, quando la competitività del team di cui difendeva i colori era ridotta al lumicino e le sue prestazioni non erano più quelle di un tempo. Durante l’estate, il pilota di Tavullia ha annunciato al mondo intero la sua volontà di dire basta, lasciando per sempre il mondo delle due ruote.

Con questo, non significa che Valentino Rossi abbandonerà il motorsport: al contrario, il #46 giallo più famoso del mondo sarà impegnato con le quattro ruote, dal momento che ad aprile inizierà la sua avventura nel Fanatech World GT Challenge. Il primo appuntamento è previsto per domenica primo aprile ad Imola, dove è previsto un buon numero di tifosi, pronti a salutare il proprio idolo in una categoria del tutto diversa.

Il “Dottore” gareggerà con un’Audi R8 LMS gestita dal Team WRT, squadra belga che ha da sempre un gran rapporto con la casa dei quattro anelli. La compagine gestita da Vincent Wosse viene da una stagione strepitosa, in cui ha vinto la 24 ore di Le Mans in classe LMP2 con un’Oreca 07 Gibson, per poi imporsi, con la stessa auto, sia nel mondiale endurance che nell’European Le Mans Series.

Le premesse sono molto buone per il nove volte campione del mondo del Motomondiale, che ha trovato l’accordo con un team di vertice. La sua speranza è quella di arrivare a Le Mans nel 2023, forse proprio con un’Audi dopo che l’accordo con la Ferrari è saltato. Le sue prestazioni in questa stagione ci diranno se sarà all’altezza della maratona francese.

Valentino Rossi, nel 2019 molto vicino al ritiro

La leggenda di Valentino Rossi è ovviamente legata al mondo delle due ruote. Il “Dottore” ha vinto un titolo in 125 ed uno in 250, entrambi in sella all’Aprilia. In seguito, sono arrivati ben sette allori iridati in top class, divisi tra Honda e Yamaha, all’interno di un decennio dominato e compreso tra 2000 e 2009.

Dopo il passaggio in Ducati che non portò risultati importanti, la stella del cannibale pesarese si è affievolita, tralasciando la meravigliosa stagione 2015 dove venne beffato malamente da Jorge Lorenzo. In un’intervista concessa allo YouTuber Graham Bensinger, Valentino Rossi ha ammesso che in un’altra fase della sua carriera aveva già pensato al ritiro.

Nella stagione 2019 stavo già pensando di ritirarmi. È stato il primo anno in cui ho avuto problemi reali con i miei risultati. Mi aspettavo di essere notevolmente più forte. Ho avuto un ottimo inizio di stagione nel 2019. Sono salito sul podio due volte, in Argentina e ad Austin. Ad Austin ero vicino alla vittoria. Dopo è successo qualcosa“.

Non ero veloce quando siamo tornati in Europa. In quel momento, per la prima volta, ho pensato alla fine della mia carriera. È seguita la stagione 2020, che è stata molto strana per via della pandemia. Ho pensato ad inizio stagione, che sarebbe stato il mio ultimo anno e che non avrei più corso nel 2021“.

Ma i miei genitori ed i miei amici mi hanno messo sotto pressione. Ho anche cambiato il mio capotecnico. Volevano che guidassi un’altra stagione, quindi sono tornato di nuovo in pista nel 2021. Ho sempre avuto paura della fine della mia carriera. Non ho mai voluto fermarmi. Ho sempre voluto continuare perché mi piace tanto“.