F1, test Barcellona day 2: Leclerc fa sognare la Ferrari

La seconda giornata di test di F1 in atto a Barcellona pone la Ferrari al top. Gira poco la Red Bull dopo il guasto al cambio di Perez.

Il Circus della F1 completa la seconda giornata di test a Barcellona nel segno di Charles Leclerc e della Ferrari. Il monegasco si è preso la vetta della classifica al pomeriggio, girando in 1’19”689 con un set di gomma C3. Il crono è comunque leggermente più lento di quello staccato ieri dalla McLaren di Lando Norris, che resta, almeno per ora, il riferimento di questi giorni.

Ferrari F1-75 (Twitter)
Ferrari F1-75 (Twitter)

La seconda piazza è appannaggio dell’AlphaTauri di Pierre Gasly, che ha montato la C4 per avvicinarsi al battistrada e siglare un 1’19”918. Il francese ha accusato quasi tre decimi di ritardo dal ferrarista ma con una mescola più morbida: Pierre può comunque dirsi molto soddisfatto della sua giornata, avendo percorso ben 146 passaggi senza alcun problema.

Terzo posto per la McLaren di Daniel Ricciardo, che aveva ottenuto la miglior prestazione della mattinata in 1’20”288 con compound C3. Alle sue spalle c’è George Russell con la prima Mercedes, davanti all’altra Ferrari di Carlos Sainz che è quinto ed ha girato soltanto nella sessione della mattina.

Il dato molto positivo che proviene dalla rossa riguarda i giri percorsi: nel computo dei due giorni, la nuova F1 progettata e realizzata a Maranello ha totalizzato ben 302 passaggi: dopo i 153 di ieri, i piloti hanno quasi replicato questo numero nella sessione odierna ne sono arrivati ben 149, 78 per Leclerc al pomeriggio e 71 per Sainz al mattino.

All’inseguimento del Cavallino, in questa speciale classifica, c’è l’AlphaTauri, salita a quota 268, davanti all’Alpine che è a 252. Tornando ai tempi dei primi, in sesta posizione c’è l’Aston Martin di Sebastian Vettel, seguita dalla Red Bull di Sergio Perez. Non male la Haas che risale ottava con Nikita Mazepin.

F1, giornata storta per la Red Bull con il guasto di Perez

All’appello, in questa seconda giornata di test pre-stagionali della F1, è leggermente mancata la Red Bull. Dopo i 147 giri completati ieri da Max Verstappen, la RB18 è stata affidata a Sergio Perez, che ha però accusato un guasto al cambio in mattinata. La monoposto di Adrian Newey si è piantata nell’ultimo settore, completando comunque 78 passaggi nell’arco della giornata.

In casa Mercedes si prepara una sorta di versione B della W13, con Lewis Hamilton che nel frattempo ha fatto registrare un 1’22”562 che lo ha collocato in ultima posizione. Ovviamente, questo crono non vuol dir nulla, dal momento che il sette volte campione del mondo si è concentrato su delle prove aerodinamiche.

Tornando alla classifica dei giri percorsi, i due top team hanno fatto un bel balzo indietro dopo essere state tra le prime nella giornata di ieri: la Red Bull è scivolata in ottava posizione a quota 225, alle spalle dei 229 della McLaren e dei 233 della Mercedes. L’Aston Martin è quarta a 248, seguita dai 240 della Williams. Peggio del team di Milton Keynes hanno fatto solo le due squadre motorizzate Ferrari, ovvero Haas ed Alfa Romeo Racing, che hanno totalizzato rispettivamente 151 e 124 tornate.

Di conclusioni, per ora, se ne possono trarre ben poche, ma a Maranello possono sorridere riguardo alla solidità della monoposto: la F1-75 è nata bene e non si riscontrano problemi particolari dal punto di vista dell’affidabilità, ma anche le prestazioni sembrano interessanti. Il primo confronto con le rivali più accreditate potremmo averlo solo nei test in Bahrain, dove arriveranno le versioni definitive delle vetture che poi scenderanno in pista per la prima tappa del mondiale.

Ecco la classifica odierna:

Leclerc – 1:19.689

Gasly – 1:19.918

Ricciardo – 1:20.355

Russell – 1:20.537

Sainz – 1:20.546

Vettel – 1:20.784

Perez – 1:21.430

Mazepin – 1:21.512

Albon – 1:21.531

Zhou – 1:21.885

Latifi – 1:21.894

Stroll – 1:21.920

Schumacher – 1:21.949

Ocon – 1:22.164