Il padre di Lorenzo, duro affondo su Dovizioso e Morbidelli

Chicho Lorenzo commenta a muso duro le prestazioni di Andrea Dovizioso e Franco Morbidelli dopo i test invernali di MotoGP.

Dopo i test invernali di Sepang e Mandalika Chicho Lorenzo ha fatto un bilancio finale sul suo canale YouTube nell’ormai noto programma ‘Motogepeando’ che conduce insieme al giornalista spagnolo Manuel Pecino. Il padre di Jorge Lorenzo analizza con freddezza e lucidità le prestazioni di alcuni piloti e passa in rassegna lo sviluppo dei sei costruttori a due settimane dall’inizio del campionato 2022.

Andrea Dovizioso (foto Instagram)
Andrea Dovizioso (foto Instagram)

Promuove con sufficienza il lavoro svolto da Aprilia, ma ha qualcosa da rimproverare ai due piloti spagnoli. Aleix Espargarò è uno dei veterani del paddock e porta con sé un corposo bagaglio di esperienza. “In Aprilia ha fatto un ottimo lavoro considerando il budget ridotto e che non hanno una squadra satellite. Ha un’esperienza e una forma fisica straordinarie e credo che potrà regalarci qualche sorpresa”, ha commentato Chicho Lorenzo. Ma restano dei punti deboli: “E’ un pilota che non mette il corpo verso l’interno”.

Chicho Lorenzo cinico sui test MotoGP

Più critico nei confronti di Maverick Vinales che, dopo circa cinque stagioni con Yamaha, ancora rincorre il titolo iridato e in Aprilia dovrà fare i conti con limiti tecnici e psicologici. “Ha dei blocchi mentali che non gli consentono di guidare al meglio. Deve trovare qualcuno che lo aiuti a livello di testa”.

MotoGP, Marc Marquez glissa su Valentino Rossi: “Ecco il nostro rapporto”

Il padre del pentacampione risulta molto critico nei riguardi della coppia di italiani in sella alla Yamaha M1. A cominciare da Franco Morbidelli, che nel 2021 ha dovuto fare i conti con un lungo infortunio al ginocchio e il passaggio da una moto satellite ad una ufficiale a stagione in corso. “Non ha saputo brillare mai nella scorsa stagione. E’ passato dall’essere un pilota che aveva vinto tre gare l’anno prima a pilota completamente invisibile. Secondo me ha fatto un passo indietro, tipico atteggiamento di chi passa nella squadra factory”.

Valentino Rossi, 43 anni e non sentirli: ecco cosa sta per accadere

E va giù duro su Andrea Dovizioso che ancora non ha trovato il miglior feeling con la M1: “A 35 anni non è più al meglio – ha aggiunto Chicho Lorenzo -. Deve trovare un modo per cambiare completamente la sua guida, adattarsi a una moto che non avrà più molta attenzione. Lo avranno come collaudatore e nient’altro. Non è un pilota né per il futuro né per il presente”.