Marc Marquez torna a parlare: ecco come sta veramente

Tutto è pronto per il rientro in pista di Marquez. Il campione di MotoGP si apre sui suoi problemi fisici e sulla lezione appresa lo scorso anno.

Fra pochi giorni sarà a Sepang per affrontare la prima sessione di test della MotoGP. Per Marc Marquez la sgambata della Malesia sarà molto di più di una semplice passerella, di un’occasione per cominciare a conoscere la nuova moto. L’iberico non si confronta con la concorrenza dal GP dell’Emilia Romagna e il 5 febbraio sarà per lui un ritorno al suo mondo, alla sua dimensione, dopo parecchie preoccupazioni fisiche che lo tormentano dal 2020.

Marc Marquez (Getty Images)
Marc Marquez (Getty Images)

Marquez, dieta salutare e tifo sfrenato per il suo beniamino (FOTO)

Come sta davvero Marquez

Giusto per prepararsi al grande momento il #93 si è fatto sentire rassicurando i tifosi in merito alle proprie condizioni.

“L’infortunio all’occhio è dimenticato“, ha dichiarato ad Eurosport. “Il recupero è stato più veloce del previsto”.

Spesso per terra e in mezzo ad incidenti a causa della sua sfrontatezza e aggressività con tuta e casco, il rider di Cervera sembrerebbe aver imparato qualcosa da una stagione che, nuovamente, lo ha visto costretto a saltare dei round proprio per le cadute che hanno peggiorato il suo stato.

“Ora so che devo essere un po’ più accorto con il braccio destro, avere un piano preciso negli sforzi profusi, perché da questo punto di vista sono un po’ limitato”, ha aggiunto.

Grande tifoso del tennista Rafa Nadal che ha celebrato anche su Instagram per il suo fresco slam agli Australian Open, il 28enne ha ammesso di vedere in lui un esempio da seguire. Uno sprone a non demordere a continuare a combattere malgrado le avversità.

Beltramo su Marquez: ecco perché è la copia sbiadita di Valentino Rossi

“La sua vittoria mi rende ancora più determinato a lottare”, ha sottolineato. “Tra un mese inizia il campionato e voglio fare come lui. Tornare al successo dopo un lungo periodo di infortuni”, ha chiosato certo degli obiettivi davanti a sé. Non va dimenticato che il Cabroncito aveva lasciato il gruppo lo scorso 24 ottobre con un primo posto nel secondo appuntamento di Misano.