Verstappen svela il suo segreto: così è diventato campione del mondo

Max Verstappen approccia alla stagione 2022 con la volontà di continuare a migliorare. L’olandese non è ancora sazio di vittorie.

L’olandese volante è già pronto per il campionato 2022. Max Verstappen si è goduto alla grande l’inverno post-Abu Dhabi, posto che gli resterà sempre nel cuore per avergli consegnato il primo titolo mondiale della sua vita. Il figlio di Jos è riuscito nell’impresa di porre fine al dominio di Lewis Hamilton e della Mercedes, consegnando alla Red Bull il primo successo nell’era ibrida.

Max Verstappen (GettyImages)
Max Verstappen (GettyImages)

Grande soddisfazione anche per la Honda, che è tornata al top dopo 30 anni dall’ultima volta: nel 1991, fu la McLaren di Ayrton Senna a demolire la concorrenza, ma subito dopo si aprì un periodo difficile per la casa di Sakura. In Giappone, nonostante il termine ufficiale della partnership con la casa di Milton Keynes, le power unit verranno assemblate anche nei prossimi anni, ma sulla RB18 e sull’AlphaTauri sparirà il logo della Honda.

Verstappen potrà comunque contare su un team al top, che dopo tanti anni di difficoltà si è riscoperto in grado di vincere. Adrian Newey ha firmato un capolavoro lo scorso inverno, e c’è da scommettere che anche sulle nuove monoposto ad effetto suolo non mancherà la sua mano fatata.

La Red Bull ha bisogno di un maggiore aiuto da parte di Sergio Perez, che è stato troppo altalenante nel 2021. Se la casa anglo-austriaca ha perso il mondiale costruttori, le ragioni sono da ricercare nelle sue scarse prestazioni, anche se ad Abu Dhabi ha svolto un lavoro eccezionale nel rallentare la corsa di Hamilton. Dal canto suo, Super Max ha tutte le carte in regola per farcela anche da solo, come ha dimostrato nello scorso campionato.

F1, i team temono le zone grigie: c’è il rischio di un nuovo caso Brawn GP

Verstappen, ecco come è diventato così veloce

Max Verstappen è arrivato in F1 nel 2015, salendo a bordo della Toro Rosso senza aver ancora compiuto la maggior età. Quel ragazzino accolto in pompa magna ha sempre avuto addosso l’aura del predestinato, che alla settima stagione ha concretizzato il tutto portandosi a casa il titolo mondiale.

Dopo gli inizi difficili, l’orange è cresciuto, e dal 2018 in avanti ha preso l’abitudine di non sbagliare quasi nulla. Intervistato dal suo sponsor “CarNext“, l’olandese volante ha raccontato alcuni dei suoi segreti: “Sono solito ripetermi che è impossibile diventare perfetti in ogni area, c’è sempre qualcosa da migliorare. Anche se mi trovo al 98% in una specifica zona, so che posso tirare fuori ancora qualcosina in più“.

Ferrari, pochi sviluppi alla macchina 2022: i tifosi già tremano?

Verstappen ha poi aggiunto: “Mi chiedo sempre come ottimizzare il mio potenziale, ed è un discorso valido sia per il giro secco in qualifica, che per la gestione delle gomme in gara. Nel 2022, ad esempio, gli pneumatici saranno molto diversi ed avrò da imparare. Riguardo al 2021, sono davvero felice per avercela fatta, è stata una stagione straordinaria. Sono successe cose impensabili. Ovviamente, è stata molto più eccitante rispetto al passato, c’erano due squadre in lotta per la vittoria finale e l’abbiamo spuntata dopo tanti sacrifici“.