Petrucci risale su una Ducati: la data del primo test

Petrucci è pronto per prepararsi alla sua avventura nel campionato MotoAmerica Superbike negli USA. Programmato un test molto importante.

Petrucci Danilo
Danilo Petrucci (Foto Getty Images)

Dopo un’ottima Dakar, adesso Danilo Petrucci è pronto per un nuovo capitolo della sua carriera. Nel corso del 2022, infatti, correrà nel campionato MotoAmerica Superbike.

In realtà non c’è stato ancora un comunicato ufficiale per annunciare la firma e l’impegno del pilota negli Stati Uniti, ma lui stesso e Ducati hanno fatto sapere che saranno nuovamente insieme quest’anno dopo la collaborazione già avuta in MotoGP. Petrux prenderà il posto di Loris Baz nel team Warhorse HSBK Racing Ducati New York. Il francese è tornato nel Mondiale SBK con la squadra Bonovo MGM BMW e alla casa di Borgo Panigale serve un nome forte negli USA.

MotoGP, Marc Marquez ci sarà ai test di Sepang? Arriva la risposta

MotoAmerica Superbike, Petrucci si prepara con un test a Portimao

Dopo un po’ di meritato riposo al termine della Dakar, tra non molto Petrucci tornerà in azione. Infatti, nelle giornate 8 e 9 febbraio sarà in pista a Portimao per un test in sella alla Ducati Panigale V4 R. Come spiegato dai colleghi di Motorsport.com, si tratta di un test organizzato da Ducati per preparare i propri piloti alla stagione Superbike che li attende. Ci sarà il team Aruba Racing WorldSBK al completo con Alvaro Bautista e Michael Ruben Rinaldi, ma anche squadre rivali per il titolo come Yamaha (Toprak Razgatlioglu e Andrea Locatelli) e Kawasaki (Jonathan Rea e Alex Lowes). In Portogallo pure i team ducatisti del Mondiale Supersport con Nicolò Bulega, Oli Bayliss e Federico Caricasulo.

Per Petrucci sarà interessante confrontarsi con i piloti più forti del Mondiale Superbike, un campionato nel quale avrebbe potuto correre nel 2022 se la stessa Ducati non gli avesse preferito Bautista. Ma ormai questa è storia vecchia. La casa di Borgo Panigale ha comunque deciso di puntare sul ternano per il progetto MotoAmerica e gli darà massimo supporto affinché riesca a vincere, interrompendo il dominio giapponese che dura dal 1995. L’ultimo trionfo europeo nella categoria è proprio della Ducati, che nel 1994 vinse con Troy Corser un anno dopo averlo fatto anche con Doug Polen.

Petrux è molto motivato per questa nuova esperienza e spera che gli possa aprire la porta del Mondiale Superbike per il 2023. Ha tante idee in testa per il suo futuro. Essendo stato più competitivo del previsto alla Dakar, è possibile che l’anno prossimo vi partecipi nuovamente. Intanto deve concentrarsi sul guidare al meglio la Panigale V4 R a partire dal test di Portimao, poi il resto si vedrà.