MotoGP, Jorge Lorenzo è pesantissimo: l’accusa ai piloti Ducati fa pensare

Jorge Lorenzo si è ritirato dalla MotoGP al termine del 2019, ma ogni tanto fa parlare di sé. Il suo commento è senza mezzi termini.

MotoGP Jorge Lorenzo (GettyImages)
MotoGP Jorge Lorenzo (GettyImages)

La carriera di Jorge Lorenzo in MotoGP si è chiusa nel 2019, dopo un calvario di un solo anno vissuto con la Honda al fianco di Marc Marquez. Tuttavia, la sua avventura nel Motomondiale è stata straordinaria, ed ha fruttato cinque titoli mondiali: tre in top class con la Yamaha ed un paio in 250 in sella all’Aprilia.

Lo spagnolo ha sempre dimostrato un talento sopraffino, che al debutto come compagno di squadra di Valentino Rossi, nel 2008, fece subito capire di cosa fosse capace vincendo la prima corsa al terzo appuntamento in Portogallo. Nel 2010 arrivò il primo titolo in MotoGP, poi replicato nel 2012 sino al clamoroso successo del 2015, maturato nel pazzo e velenoso finale di Valencia dove riuscì a beffare proprio il “Dottore”.

Da quel momento in poi, la carriera del maiorchino è andata verso un rapido declino. La scelta del passaggio in Ducati non ha pagato, anche se nel 2018 arrivarono diverse vittorie. Il rapporto, tuttavia, si ruppe proprio all’inizio di quella stagione, ed l’approdo in Honda, con i diversi infortuni a metterci il carico, hanno segnato il suo definitivo addio al Motomondiale.

Valentino Rossi, il mancato rinnovo con Yamaha: Jarvis vuota il sacco

MotoGP, Lorenzo e quella frecciata ai piloti Ducati

Attualmente, la Ducati è la migliore in MotoGP. I due titoli costruttori consecutivi e le prestazioni della Desmosedici GP21 viste nella seconda parte di stagione stanno lì a confermarlo. Tuttavia, il mondiale piloti è sfuggito ancora una volta, ed è stato vinto dalla Yamaha di Fabio Quartararo.

Il francese, primo rappresentante del suo paese ad imporsi in top class, ha interrotto il digiuno della casa di Iwata che durava proprio dai tempi di Jorge Lorenzo, ma è preoccupato dalla crisi tecnica della sua M1 evidenziatasi sul finale di stagione. Pecco Bagnaia sembra essere il favorito per il 2022, considerando la grande crescita delle ultime gare e le ottime prestazioni viste nei test di Jerez, dove ha rifilato ben sei decimi al nuovo campione del mondo.

MotoGP, pazza idea della Honda: Marquez potrebbe lasciare?

Lorenzo ha dato un suo giudizio su quanto visto nel 2021 in un’intervista concessa a “Motosan“, tirando una bella frecciata ai rider della Ducati: “Questa Ducati così forte avrebbe già vinto svariati titoli con Casey Stoner e Marc Marquez. Suzuki e Yamaha hanno un livello simile, la KTM non è messa troppo male mentre vedo indietro la Honda e l’Aprilia. Al momento attuale, la Ducati è velocissima con ogni pilota, ma deve essere sfruttata al meglio per vincere il titolo“.