MotoGP, bordata di Petrucci a Ducati e KTM: il suo grande rammarico

Danilo Petrucci, attualmente impegnato alla Dakar, non correrà più in MotoGP nel 2022. Tale situazione è maturata dopo anni deludenti.

MotoGP Danilo Petrucci (GettyImages)
MotoGP Danilo Petrucci (GettyImages)

La MotoGP sarà orfana di due italiani nel 2022. Il ritiro di Valentino Rossi è quello che, indubbiamente, farà più clamore, considerando quello che tale personaggio ha regalato al mondo delle due ruote in 26 anni di onorato servizio. Nove titoli mondiali e 115 vittorie di tappa sono un bottino incredibile, che lo renderanno per sempre una leggenda di questo sport.

Un’altra assenza per i nostri colori sarà rappresentata da Danilo Petrucci, che dopo una difficilissima stagione con la KTM del team Tech3 cercherà fortuna in altri lidi. Il rider di Terni sta affrontando la Dakar con una moto della casa austriaca, con la quale ha portato a casa un incredibile successo nella quinta tappa.

Questo risultato gli ha permesso di entrare nella storia: è il primo pilota ad aver vinto almeno una gara in MotoGP che è riuscito ad imporsi in una tappa del raid più famoso del mondo. Dopo i problemi dei primi giorni, Danilo è venuto fuori alla grande, anche se in seguito è tornato a fare i conti con la sfortuna. Nel sesto giorno, una brutta caduta gli ha provocato una ferita profonda al braccio sinistro, dove ha dovuto mettere ben cinque punti di sutura.

MotoGP, pazza idea della Honda: Marquez potrebbe lasciare?

MotoGP, gran frecciata di Petrucci a Ducati e KTM

Danilo Petrucci ha concluso la sua esperienza in MotoGP, anche se qualche mese fa in KTM hanno dichiarato che un suo futuro coinvolgimento non è del tutto escluso. Il rider umbro, impegnato con il team Tech3 nel 2021 al fianco di Iker Lecuona, ha fatto molta fatica nella scorsa stagione, a causa di una moto ben lungi dall’essere performante.

La coppia di piloti di questa squadra verrà completamente modificata, con l’arrivo di Remi Gardner e Raul Fernandez che hanno spodestato i vecchi titolare. I due hanno dominato il campionato di Moto2, convincendo la casa austriaca a puntare su di loro nello junior team.

Petrucci ha parlato degli ultimi anni vissuti in MotoGP in un’intervista concessa a “Speedweek.com“, in cui si è tolto qualche sassolino dalla scarpa. Una bella frecciatina è stata inviata anche alla Ducati, con la quale ha vinto il GP d’Italia nel 2019 e quello di Francia nel 2020: “Con il team Tech3 ho faticato, durante l’anno le nostre prestazioni non sono migliorate in modo significativo, ed i risultati ne hanno risentito“.

Valentino Rossi incorona i suoi eredi: ecco chi lo sostituirà in MotoGP

Non abbiamo mai ottenuto il giusto carburante di cui disponeva la squadra ufficiale della KTM, e questo è stato un fattore determinante. Abbiamo avuto solo un piccolo aggiornamento al telaio in Germania, ma non ha cambiato di tanto la situazione. Avevo fatto di tutto per essere competitivo, e quando è stato annunciato il mio destino ci sono rimasto male. Sono stato nella squadra sbagliata, con Ducati e KTM, negli ultimi due anni. Questo è un pensiero di cui non riesco a liberarmi“.