Come sarà la Ferrari F1 2022? Arrivano i primi rendering (FOTO)

In attesa di scoprire come saranno le monoposto, arrivano le prime immagini di come queste potrebbero essere “colorate”. In particolare la Ferrari.

Ferrari (LaPresse)
Ferrari (LaPresse)

Sale l’attesa per scoprire le prime monoposto della nuova era della F1. Tra qualche settimana comincerà la girandola di presentazione delle scuderie delle auto 2022, prima dei test di Barcellona in programma a fine febbraio. E tra i team più attesi c’è ovviamente la Ferrari.

Ferrari, sarà così la livrea 2022?

Una Rossa che deve essere quella del riscatto dopo due stagioni altamente deludenti, con pochi podi e le big (Mercedes e Red Bull) viste sempre col binocolo o quasi in pista. Ci spera innanzitutto il team principal Mattia Binotto, che dall’inizio del 2021 ha ammesso lo sforzo puntato a questa stagione di tutto il reparto corse, a scapito anche dell’annata passata, chiusa comunque con il terzo posto nel mondiale costruttori.

Un assaggio di come saranno le vetture 2022, almeno nelle forme, è arrivato proprio a metà 2021. Adesso però in Ferrari l’attesa, oltre sulle novità tecniche, c’è anche per la livrea che presenterà in pista. Visto l’addio di Mission Winnow e l’arrivo di Santander, il noto designer Chris Paul nel suo account ufficiale Twitter ha immaginato la nuova Ferrari e i suoi colori. E ne è uscita una vettura con una totalità di rosso più scura e differente rispetto a quella dello scorso anno, con sprazzi di bianco e ero su alettoni e muso.

F1, Toto Wolff incorona la Ferrari: per lui sarà nella lotta mondiale

Così saranno le auto del futuro

Ma se impazzano in rete i rendering delle livree di tutte le scuderie, c’è grande interesse, come detto, anche sulle novità tecniche. Di sicuro c’è che saranno auto più pesanti (si passa dagli attuali 752 a 790 kg), con le ruote di 18″ (le attuali sono di 13″), e con più effetto suolo.

Sono stati completamente riprogettati l’ala anteriore e il musetto. L’ala anteriore in particolare avrà il compito di generare deportanza costante quando una monoposto è dietro all’altra, garantendo più stabilità. Completamente nuovo anche il design delle ali posteriori. Ma soprattutto le nuove monoposto saranno più sicure. Il telaio dovrà essere infatti in grado di assorbire il 48% e il 15% in più di energia. Vedremo a breve se tutto questo porterà a una vera rivoluzione. O se sarà un flop.