Il presidente FIA Sulayem prepara la rivoluzione: la F1 può cambiare rotta

Il finale di stagione in F1 ha creato più di un malumore. Per questo il presidente FIA Sulayem ha fatto una promessa ai team del Circus.

Il presidente FIA Mohammed Bin Sulayem (foto di Warren Little/Getty Images for ATCUAE)
Il presidente FIA Mohammed Bin Sulayem (foto di Warren Little/Getty Images for ATCUAE)

La conclusione della stagione 2021 della F1 ad Abu Dhabi è stata tutt’altro che tranquilla. La safety car e le decisioni di Michael Masi nel finale concitato della sfida tra Max Verstappen e Lewis Hamilton, che stavano per giocarsi il titolo, hanno scatenato una serie di polemiche a non finire. Tanto che ancora oggi rimangono tensioni e dubbi nei team e non solo.

Le promesse di Jean Todt per la F1

Tra i team più “animosi” nel finale dell’annata ovviamente Red Bull e Mercedes, che molto spesso si sono scambiare reciproche accuse, oltre a contestare il comportamento della direzione di gara o della commissione, formata in ogni GP da piloti.

In particolare la casa di Stoccarda è stata particolarmente adirata con la FIA per l’epilogo del campionato, tanto da presentare ben due ricorsi al termine della prova di Abu Dhabi, per muoversi successivamente con i propri avvocati per un nuovo ricorso sull’esito del GP, che ha consacrato campione del mondo per la prima volta Verstappen, senza poi continuare questa battaglia nei giorni successivi (anche su richiesta di Hamilton).

A muoversi nelle scorse settimane in prima persona il team principal Toto Wolff, che ha chiarito come le regole vadano cambiate e rese più certe per evitare ulteriori problemi in futuro. E la risposta della FIA non si è fatta attendere. Infatti l’ultimo atto da presidente in carica di Jean Todt, adesso vicino a un ritorno in Ferrari, è stato quello ottenere un chiarimento approfondito sulle ultime decisioni prese, proprio per evitare ogni altra discussione da qui in avanti.

Ma non solo. Ha promesso infatti che “la questione verrà discussa insieme a tutti i team e a tutti i piloti per fare tesoro di questa esperienza e fornire chiarezza a tutti i partecipanti, a tutti i media e a tutti gli appassionati in merito al regolamento in vigore per preservare la natura del nostro sport”.

Ben Sulayem parla del silenzio di Hamilton: “Ma quale ritiro!”