Ferrari, altro primato negativo: non accadeva da 29 anni in F1

La Ferrari in questo momento si avvia a mettere a segno un altro record negativo nella prossima stagione di F1. Un duro colpo.

Ferrari (GettyImages)
Ferrari (GettyImages)

Sono anni grigi per la Ferrari che sta facendo decisamente incetta di cattivi risultati e primati negativi. La squadra di Maranello anche nel 2022 metterà a segno purtroppo un altro brutto record. Una cosa che addirittura non accadeva dal 1993, quindi da quasi 29 anni. In queste stagioni la Rossa non ha mai lottato per il titolo e ha deciso di prendere una decisione netta, in controtendenza con il passato.

La Ferrari, infatti, ha messo alla porta Vettel nel 2021 puntando tutto su una coppia giovanissima e priva di particolari successi in carriera come quella composta da Leclerc e Sainz. I due non hanno ancora vinto un mondiale e addirittura lo spagnolo ancora rincorre il primo successo in F1.

La Ferrari è in crisi: è una vita che non accadeva

Nella stagione 2022 la Ferrari stabilirà in un certo senso un nuovo primato negativo. Per la prima volta da 29 ad oggi, la Rossa si presenterà per il 2° anno consecutivo con zero titoli in monoposto. L’ultima volta è accaduto nel 1993 con la coppia AlesiBerger. In quel frangente, il digiuno da driver titolati durò ben 4 stagioni, finché nel 1996 arrivò Schumacher, già 2 volte campione del mondo con la Benetton.

Red Bull ha paura della Ferrari? La dichiarazione che lascia un dubbio

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Questa però è una Ferrari decisamente diversa, che non può permettersi di certo altre due stagioni lontano dalla vittoria. Proprio per questo la speranza di tutti i tifosi della Rossa e soprattutto dei due piloti, è che nel 2023, in sella alla vettura del Cavallino Rampante possa finalmente sedersi nuovamente un campione del mondo. La sfida tra Leclerc e Sainz è apertissima, con Binotto che ha già promesso che non ci saranno favoritismi tra i due.