Leclerc vede positivo: “Ferrari, possiamo essere soddisfatti del 2021”

In vista dell’ultimo atto della stagione, Leclerc fa un bilancio dell’annata vissuta in Rosso. E proverà a difendere il 5° posto in classifica

Charles Leclerc (foto di Antonin Vincent - Pool/Getty Images)
Charles Leclerc (foto di Antonin Vincent – Pool/Getty Images)

Ad Abu Dhabi ultimo atto della stagione della Ferrari, che dopo un 2020 disastroso ha provato a raccogliere i cocci per rimettere insieme una vettura finalmente competitiva. Il bicchiere è mezzo pieno, secondo Maranello, anche se alla fine i podi in stagione sono stati pochi. Consola almeno il terzo posto nella classifica costruttori.

Leclerc, l’ultimo obiettivo stagionale

Per Charles Leclerc meno podi del neo-compagno in rosso Carlos Sainz Jr, ma la classifica dice che è lui al quinto posto (il primo degli “altri”) a 158 punti, 4 in più di Lando Norris della McLaren e 8,5 sull’altro ferrarista. E questa posizione va conservata anche ad Abu Dhabi.

“Ho solo 4 punti e tutto può accadere, spero in una buona gara e di conservare il vantaggio – ha detto alla vigilia del GP -. Ovviamente si punta ad altro, ma a parte questo è una stagione di cui essere soddisfatti, perché abbiamo fatto progressi evidenti rispetto al 2020, abbiamo lavorato bene e siamo stati sfortunati in alcune gare in cui avremmo potuto portare a casa buoni punti, tipo Monaco o Budapest, ma fa parte della stagione. Penso che il meglio stia per arrivare. Quale è stata la gara migliore del 2021? Direi Silverstone, col secondo posto, l’ottima Sprint Race e un bel passo gara della macchina, sicuramente la gara più sorprendente”.

Il parere su Abu Dhabi

“Penso che abbiamo ottimizzato le operazioni in pista – ha detto Leclerc -. Sul pacchetto c’è ancora molto da fare, ma abbiamo lavorato sui nostri punti deboli e siamo cresciuti rispetto alla stagione precedente“.

E sul weekend finale della stagione ha dichiarato: “Dalle prove fatte al simulatore è divertente il circuito, è abbastanza diversa in curva 5 e nell’ultimo settore, è sicuramente più veloce ed è più facile per chi segue stare incollati a quello davanti. Spingeremo come al solito perché dobbiamo centrare i nostri obiettivi. In Arabia Saudita abbiamo avuto un buon passo, ma poi siamo stati anche un po’ sfortunati per quanto è accaduto”.

LEGGI ANCHE —> Jean Todt di ritorno in Ferrari? L’indiscrezione è clamorosa

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo
Charles Leclerc, al terzo anno di Ferrari (foto di Mark Thompson/Getty Images)
Charles Leclerc, al terzo anno di Ferrari (foto di Mark Thompson/Getty Images)