MXGP, Tim Gajser: “Non ho raggiunto il mio obiettivo”

Bilancio di fine stagione per Tim Gajser che sfiora il terzo mondiale consecutivo. Nel 2022 ritornerà all’assalto del titolo MXGP.

Tim Gajser (media press)

Tim Gajser non è riuscito a centrare il quinto titolo mondiale e ha chiuso la stagione MXGP 2021 al terzo posto. Ma gli amanti del motocross hanno assistito ad una delle stagioni più trepidanti degli ultimi anni, con il trono iridato conteso fino all’ultimo round di Mantova. Al pilota sloveno della HRC non è riuscito l’assalto al terzo centro consecutivo, l’obiettivo è rimandato al 2022.

Dopo una breve vacanza in Croazia Tim Gajser si rimetterà al lavoro in vista dell’inizio del prossimo campionato che prenderà il via in Gran Bretagna a febbraio. Subito dopo l’ultimo GP in terra lombarda ha testato la nuova Honda con buoni riscontri. “La stagione 2021 è stata decisamente dura, sia mentalmente che fisicamente. Tutti i piloti ne hanno passate tante e tutti abbiamo spinto fino alla fine. Ovviamente non sono riuscito a diventare campione del mondo, quindi non sono riuscito a raggiungere il mio obiettivo, ma ci sono stati molti bei momenti. È stato difficile arrivare così vicino e non riuscirci, ma servirà come motivazione per il prossimo anno e cercherò di continuare a migliorare su quei piccoli dettagli”.

LEGGI ANCHE —> Pernat fa una sola critica a Valentino Rossi: “Quella fu una cavolata”

Stagione di alti e bassi

Tanti i bei ricordi collezionati nel 2021, come la vittoria a Matterley Basin e in Germania, dopo essere tornato dall’infortunio. Ma ci sono stati anche dei momenti difficili, come l’incidente di Loket che gli è costato tanti punti poi rivelatisi fondamentali per la classifica finale. “Quando il campionato si riduce a un piccolo numero di punti, sono quelle piccole cose che fanno la differenza”.

Nella prossima stagione MXGP l’obiettivo non cambia: vincere il Mondiale. “È ciò che ogni pilota desidera e soprattutto io, avendo vinto qualcosa in passato e ci sono andato così vicino quest’anno – ha aggiunto Tim Gajser -. E’ ciò su cui mi concentrerò ad ogni uscita dal cancello. Certo, so che non sarà facile perché la classe diventa ogni anno più competitiva e credo che molti piloti continueranno a migliorare, quindi devo continuare a migliorare anch’io, ma sono fiducioso di poter uscire al top, soprattutto con il supporto di tutti i membri del Team HRC che continuano a lavorare sodo per assicurarsi che venga fatto tutto il possibile per farmi dare il meglio”.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo
Tim Gajser (media press)