“Stupido idiota”, poi il gestaccio: Verstappen furioso con Hamilton

Nelle FP2 Verstappen ed Hamilton sono quasi arrivati al contatto. L’olandese non le ha mandate a dire, anche via radio. E siamo solo a venerdì

Il duello Hamilton-Verstappen durante le libere di Austin (Foto account Twitter F1)
Il duello Hamilton-Verstappen durante le libere di Austin (Foto account Twitter F1)

“È già ruota a ruota, ruota a ruota”, ha esclamato in diretta la storica voce della F1 su Sky Sport Carlo Vanzini. Tra Lewis Hamilton e Max Verstappen sono state già scintille in pista ad Austin. E siamo solo a venerdì.

Verstappen, quel sorpasso che ha scatenato tutto

È successo tutto durante le seconde prove libere. Pronti per il loro giro lanciato, a tre quarti di pista Verstappen ha soffiato la posizione a Hamilton. Poi l’olandese ha rallentato per distanziarsi dalla vettura che gli era davanti prima dell’ultima curva davanti. E proprio in quel momento è arrivata la risposta dell’inglese, che lo ha affiancato all’ultima curva, costringendolo ad andare fuori traiettoria, dando vita a un duello ruota a ruota sul rettilineo principale.

Il sorpasso di Hamilton è arrivato alla prima curva, all’interno, duro quanto preciso. Per un attimo i due quasi si sono sfiorati prima della staccata e per fortuna non è successo nulla. O quasi.

Il gesto di Max al culmine di una giornata di fuoco

Un duello che però non si è concluso lì, visto che subito dopo Verstappen ha rallentato, abortendo il suo giro e oltre a mostrare il dito medio al rivale ha anche detto via radio “Stupido idiota”. Insomma non c’è che dire visto che siamo solo al primo giorno di Austin.

Ma che l’aria fosse “inquinata” lo si è capito già dal mattino, quando il team principal Red Bull, Christian Horner, ha ribadito che “la Mercedes ha fatto un passo avanti come velocità in rettilineo e facciamo fatica ad avvicinarci con il solo assetto. Penso che la Mercedes stia ottimizzando un dispositivo che consente più velocità in rettilineo. Se guardi la parte posteriore della loro macchina è come se si abbassasse”.

Immediata la risposta di Toto Wolff: “È uno sport in cui tutti gli avversari cercheranno sempre di scoprire se esiste una sorta di bacchetta magica, ma è una cosa che non esiste, sono tutti piccoli guadagni marginali che portano prestazioni. Lavoriamo sulla macchina per migliorare le prestazioni senza curarci troppo del rumore degli altri”.

Verstappen ed Hamilton alla staccata (Foto account Twitter F1)
Verstappen ed Hamilton alla staccata (Foto account Twitter F1)

LEGGI ANCHE —> Verstappen-Hamilton e Ferrari-McLaren, che scintille: analisi libere Austin