Leon Haslam, addio Mondiale Superbike: tre opzioni per il 2022

Leon Haslam nel 2022 non sarà sulla griglia del Mondiale Superbike, niente rinnovo con Honda. Il pilota svela di avere tre opportunità.

Leon Haslam
Leon Haslam (Getty Images)

La lunga esperienza di Leon Haslam nel Mondiale Superbike volge verso il termine. Per il 2022 la Honda punterà su altri piloti e lui dovrà trovare una sistemazione diversa.

Il 38enne inglese non ha ancora voglia di appendere il casco al chiodo, punta a correre anche l’anno prossimo. Dovrà farlo in un’altra categoria e ha già dei contatti in corso per poi scegliere cosa è meglio per il proseguimento della sua carriera.

LEGGI ANCHE -> Redding, non solo Superbike: ha un altro sogno. “Sfida” Aleix Espargarò

Haslam tra British Superbike, MotoAmerica e Endurance

Haslam in un’intervista concessa a Speedweek ha confermato la volontà di gareggiare ancora per diversi anni e che ha tre opzioni per il suo futuro: «Correrò fino a 50 anni. John McGuinness è ancora veloce, anche mio padre Ron a 64 anni. Mi hanno contattato persone della British Superbike, del MotoAmerica e del Mondiale Endurance. Non sono preoccupato di non essere più nel Mondiale SBK, dato che non posso avere una moto per vincere. Alla mia età non voglio correre per una squadra satellite dove il quinto posto è ritenuto un grande risultato. Non mi interessa».

Anche se l’età non è più giovanissima, Pocket Rocket si sente ancora in ottimo stato di forma e ha il desiderio di fare grandi risultati in un campionato diverso: «Questa è la mia ultima stagione nel Mondiale Superbike, ma voglio continuare a correre a un buon livello. La mia motivazione è alta. Se non mi diverto, smetto. So di essere veloce e di poter vincere gare. Per il mio futuro sono importanti due cose: divertirmi e vincere. Se sarà nel BSB o in un altro campionato è tutto aperto. So che la mia carriera non durerà per sempre, non voglio rimpiangere nulla».

Leon Haslam
Leon Haslam (Getty Images)