Lucio Cecchinello, messaggio alla Honda: “Moto non abbastanza competitiva”

Cecchinello si aspettava una Honda più veloce nel Mondiale MotoGP 2021. Il boss del team LCR ambiva a risultati migliori in questo campionato.

Lucio Cecchinello
Lucio Cecchinello (Getty Images)

Stagione MotoGP 2021 un po’ difficile per il team LCR. I risultati sono stati al di sotto delle aspettative. La squadra di Lucio Cecchinello sperava di ottenere di più in pista.

Tra i due piloti il migliore finora è stato Takaaki Nakagami, che ha 70 punti in classifica e come migliori piazzamenti un quarto posto a Jerez e un quinto in Stiria. Invece Alex Marquez di punti ne ha 54 e il suo migliore risultato è la sesta posizione ottenuta a Le Mans. Le difficoltà della Honda hanno condizionato il loro rendimento. Come al solito, solamente Marc Marquez del team ufficiale ha saputo essere competitivo.

LEGGI ANCHE -> Tampone falsificato: espulso un meccanico della MotoGP

MotoGP, Cecchinello analizza la stagione 2021

Cecchinello in un’intervista rilasciata a GP Racing ha espresso il proprio giudizio su questo Mondiale 2021: «È stato un anno al di sotto delle aspettative. Il nostro pacchetto non è competitivo come quello degli altri. Se guardiamo Ducati, Yamaha, Suzuki, KTM o Aprilia sono cresciuti un po’ più di noi».

Il team principal di LCR Honda ha detto la sua anche su Cal Crutchlow, che fino al 2020 è stato suo pilota e poi è diventato tester Yamaha MotoGP: «Nel suo anno ha perso un po’ di ambizione, perché aveva già capito che non c’era molta voglia da parte di Honda di rinnovargli il contratto. E Nakagami aveva la vecchia moto».

Lucio Cecchinello
Lucio Cecchinello (Getty Images)