Hamilton vuole fare la pace con Verstappen (o almeno, così dice)

Lewis Hamilton tenta di spegnere le polemiche con il suo diretto rivale nella corsa al titolo mondiale, Max Verstappen. Farà sul serio?

Max Verstappen e Lewis Hamilton
Max Verstappen e Lewis Hamilton (Foto Andy Hone – Pool/Getty Images)

Lewis Hamilton veste i panni, per lui insoliti, di pompiere. Per una volta non attizza il fuoco delle polemiche, ma prova a spegnerlo. Almeno, queste sono le sue dichiarazioni, più o meno sincere, che ci si creda oppure no.

Il campione del mondo in carica tende dunque la mano al suo diretto rivale nella corsa al titolo mondiale di Formula 1, Max Verstappen, con cui la tensione è salita oltre ogni livello di guardia.

“Non credo che il nostro rapporto sia cambiato”, ha sottolineato il pilota anglo-caraibico ai microfoni dell’emittente televisiva americana Espn. “È difficile, perché quando sei immerso in uno scenario ostile, le persone si comportano in maniera diversa quando sei nei paraggi rispetto a quando non ci sei”.

Hamilton prova ad abbassare i toni con Verstappen

Hamilton ribadisce i suoi tentativi di mantenere una relazione serena con il suo avversario: “Ogni volta in cui ho visto Max dopo una gara, ho sempre cercato di essere rispettoso, sia che lui fosse arrivato primo o dietro di me. Ho sempre cercato di andare da lui e di non avere sensazioni diverse”.

Ciò è accaduto anche dopo i due scontri che li hanno visti protagonisti nei Gran Premi di Gran Bretagna e d’Italia: “Ci siamo ritrovati anche nell’ufficio dei commissari e non eravamo ostili: lui ha dato il suo punto di vista e io il mio”, prosegue Hamilton. “Dopo Silverstone l’ho chiamato: non voglio fare il paternalistico, ma sono molto più vecchio di lui ed era importante per me poter rompere il ghiaccio. Non sarei riuscito a farlo quando avevo 25 anni, ma oggi non ho alcuna ostilità nei suoi confronti. Lo ritengo un talento pazzesco e mi diverto a correre contro di lui”.

E pazienza se Lewis non è d’accordo con il comportamento di Max: “Non importa nemmeno. Quello che importa è che lui imparerà da quello che fa. Io posso controllare solo ciò che faccio io e come gestisco io le cose. Qualunque cosa succederà a fine stagione, ci stringeremo la mano e torneremo a lottare l’anno prossimo”. Ma prima, c’è ancora un titolo mondiale ancora tutto da assegnare…

Max Verstappen e Lewis Hamilton
Max Verstappen e Lewis Hamilton (Foto Yuri Kochetkov – Pool/Getty Images)

LEGGI ANCHE —> Altro che imbattibile! Domenicali avverte Hamilton: “Sarà sconfitto”