Altro che imbattibile! Domenicali avverte Hamilton: “Sarà sconfitto”

Il presidente della Formula 1, Stefano Domenicali, lancia un avvertimento al sette volte campione del mondo Lewis Hamilton, che ha battuto i record di Michael Schumacher

Lewis Hamilton, sette volte campione del mondo (Foto Getty Images)

Stefano Domenicali, da inizio 2021 presidente e amministratore delegato del Formula One Group, si sbilancia su Lewis Hamilton: mantenendo l’imparzialità che prevede il suo ruolo di vertice dello sport, ma allo stesso tempo non nascondendo la propria opinione sul pilota che ha recentemente tagliato quota cento successi, diventando il più vincente di tutti i tempi.

LEGGI ANCHE —> Stefano Domenicali promette più qualifiche sprint per il 2022

L’ex team principal della Ferrari ha parlato dei primati raggiunti dal sette volte campione del mondo di F1, paragonandoli ai record che fece registrare in passato un altro leggendario sette volte campione del mondo, Michael Schumacher: “Pensavamo che i record di Michael Schumacher non potessero essere superati, e invece Lewis ci è riuscito. Allo stesso modo, credo che il numero di vittorie di Hamilton sarà battuto in futuro, questo è il bello dello sport“.

Domenicali: “Lewis grande riferimento per gli altri piloti”

Domenicali, che non ha mai nascosto l’ammirazione per il britannico, eleva Lewis allo stesso livello di una leggenda come Schumacher e come pilota da cui prendere spunto per i più giovani.  “Sono sicuro che Michael sia stato un grande riferimento per Lewis e che Lewis sarà un grande riferimento per gli altri piloti in futuro. Ho un incredibile rispetto per ciò che è stato in grado di realizzare“.

LEGGI ANCHE —> Villeneuve punge Hamilton: “È debole, forse addormentato”

Il presidente della Formula One Group, sulla stagione in corso, ha invece espresso la sua soddisfazione per il ricco calendario con l’aggiunta del Gp in Qatar. Sulla lotta al titolo fra Lewis Hamilton e Max Verstappen afferma: “Questo campionato lo stiamo vivendo con una tensione sportiva straordinaria. L’obiettivo è che tutto si decida all’ultima curva dell’ultima gara“.

Stefano Domenicali CEO della Formula One Group (Foto Getty Images)