Penalità per la Mercedes: Bottas retrocesso in fondo griglia

La Mercedes adotta una strategia a uomo e a Sochi fa penalizzare Bottas per tentare di bloccare la rimonta di Verstappen.

Valtteri Bottas (©Mercedes Twitter)

Passerà alla storia come uno dei GP con più penalità sulla griglia di partenza quello di Russia 2021. Dopo gli arretramenti di Leclerc, Verstappen e Latifi, domenica mattina, a sorpresa la Mercedes ha annunciato che pure Bottas scatterà più indietro. Nello specifico, da settimo dove si era posizionato al termine delle qualifiche, il finlandese prender il via dalla casella 17.

Già punito a Monza per aver cambiato parte del motore, la Stella ha deciso di infierire ulteriormente su di lui, modificando altre componenti così da farlo avvicinare a Max. Pura Tattica per tentare di bloccare la rinocorsa della Red Bull o paura dei problemi di affidaiblità? Non sappiamo, tuttavia il boss Toto Wolff aveva già preannunciato novità per il finnico sabato sera.

“Vogliamo fargli adottare la strategia migliore”, ha aveva detto il dirigente austriaco. E pensare che proprio il #77, nella giornata di ieri, ancora inconsapevole di ciò che sarebbe accaduto, definiva quella di Sochi una “grande opportunità in termini di mondiale”.

“Alla luce del passo avuto sull’asciutto credo si possa puntare alla vittoria”, le parole ottimistiche del 32enne. Purtroppo per lui è quanto mai improbabile che potrà lottare per il successo. Ancora una volta dovrà aiutare Hamilton che, psicologicamente pressato dal #33 sta perdendo lucidità al volante, accumulando errori, clamorosi e banali, come il bacio al muro e il testacoda nelle fasi decisive della qualifica.

Qualche punto in più per Lewis, in lotta per l’iride, è certamente più proficuo per la squadra che un bottino portato a casa da un driver che a fine stagione lascerà. Senza contare che, dati, alla mano, il biondo di Nastola è terzo nella generale, ma decisamente lontano dai primi due posti.

Mercedes (©Mercedes Twitter)

Chiara Rainis