Superbike, Jonathan Rea deluso a Barcellona: “Ma non cerco scuse”

Rea non è contento di come è andata a Barcellona. Il pilota Kawasaki Superbike pensa che il team non abbia fatto tutto al meglio.

Jonathan Rea
Jonathan Rea (Getty Images)

Il weekend Superbike in Catalogna è stato un po’ sotto le aspettative per Jonathan Rea. Il campione in carica ha vinto la Superpole Race, però in Gara 1 è arrivato quarto e in Gara 2 addirittura sesto.

E gli è andata anche bene, visto che Toprak Razgatlioglu nella prima manche ha dovuto ritirarsi a causa di un problema tecnico alla sua Yamaha mentre era in testa. Proprio il turco guida ora la classifica mondiale SBK con un punto di vantaggio sul rivale della Kawasaki.

LEGGI ANCHE -> Superbike Barcellona, gara-2: arriva un altro trionfo targato Ducati

SBK Barcellona, i commenti di Jonathan Rea

Rea ha lasciato Barcellona non soddisfatto per come è andato il fine settimana: «Non abbiamo sfruttato il nostro potenziale in questo weekend. La Superpole Race è stata bella e divertente, mi è piaciuta la battaglia con Toprak. In Gara 2 ho avuto fin dall’inizio problemi in frenata e il mio passo a metà corsa era pessimo. Non riuscivo a rallentare correttamente la moto e a guidarla senza problemi. È stata una sorpresa e una delusione. Con qualche decisione migliore avremmo potuto essere molto più competitivi».

A Jonathan è stato domandato cosa il team Kawasaki avrebbe dovuto fare di meglio nella seconda manche SBK in Catalogna, ma non si è sbilanciato: «Preferisco tacere su questo. Non voglio cercare scuse per le quali avremmo dovuto lavorare meglio. Ho dovuto lottare duramente per un sesto posto».

Rea e la sua squadra erano quelli con maggiori informazioni sul circuito di Montmelò, dove avevano girato in precedenza, ma le cose non sono andate come sperato: «Le condizioni erano molto diverse rispetto al test, allora ero veloce e molto consistente».

Jonathan Rea
Jonathan Rea (Getty Images)