Paolo Ciabatti elogia Bagnaia: “Pecco è freddo come noi”

Paolo Ciabatti esalta il carattere di Pecco Bagnaia che ha portato Ducati alla vittoria di Aragon dopo una serrata sfida contro Marc Marquez.

Il direttore sportivo Paolo Ciabatti
Il direttore sportivo Paolo Ciabatti (Foto Ducati)

Ducati arriva a Misano per la gara di casa, a distanza di una settimana dalla prima vittoria di Pecco Bagnaia ad Aragon. C’è grande entusiasmo nel box emiliano che adesso vuole provare il tutto per tutto e colmare quel gap di 53 punti che distanziano dalla leadership di Fabio Quartararo. Un trionfo arrivato dopo una splendida e serrata sfida con Marc Marquez, l’otto volte campione del mondo che Ducati in passato ha provato a ingaggiare.

Una prova di maturità che rende onore al grande lavoro svolto da tutta la squadra. Paolo Ciabatti, direttore sportivo del team Ducati, è ancora su di giri per la prestazione epica di Bagnaia e nel prossimo Gran Premio a San Marino l’obiettivo sarà ripetersi per continuare a coltivare il grande sogno. “Pecco si è rivelato un top driver. Ora che abbiamo guadagnato punti su Fabio Quartararo, siamo a meno 53 a cinque gare dalla fine del mondiale: giocheremo il campionato fino alla fine”.

Sarà vietato commettere errori, nella speranza che le gomme non tradiscano più la fiducia del giovane allievo della VR46 Academy. “Pecco non sente la pressione, è freddo come noi, è piemontese. In Aragon ha rimosso un fardello su una pista ostile mentre combatteva il re d’Aragona. Nel recente passato, infatti, Aragon non ci aveva dato molto, ma questa volta siamo andati veloci fin dall’inizio con le regolazioni di Silverstone, grazie ai nostri ingegneri – ha proseguito Paolo Ciabatti -. E ora siamo in vetta alla classifica costruttori. Il modo migliore per arrivare a Misano con il sorriso”. E con un bagaglio di speranze iridate…

LEGGI ANCHE —> Lorenzo incorona il giovane pilota: “Come me, Marquez e Valentino Rossi”

Pecco Bagnaia e Marc Marquez ad Aragon (getty images)