Pol Espargarò si rassegna: “Honda non è da Mondiale. Pensiamo al futuro”

Pol Espargarò fuori dalla top-10 dopo il venerdì di prove libere ad Aragon. Ha provato un nuovo telaio e il pensiero va già al 2022.

Pol Espargaro (getty images)

Pol Espargarò resta fuori dalla top 10 dopo il venerdì di prove libere e per provare ad accedere direttamente al Q2 servirà compiere un passo avanti. Ma l’attenzione sembra già rivolta al prossimo anno dopo questa stagione difficile e di adattamento alla Honda RC213V. L’impresa si sta rivelando più difficile del solito, neppure il nuovo telaio sembra aiutarlo a migliorare il feeling con la moto. “Non siamo in nessuna posizione utile per il Mondiale. Penso che sia giusto che stiamo pensando al futuro”.

Al lavoro per il 2022

I tecnici dell’Ala dorata gli hanno messo a disposizione il telaio 2022, però non sembra la soluzione utile per i suoi problemi. Lo utilizzerà anche sabato e domenica per consentire agli uomini HRC di raccogliere altri dati utili per coordinare l’evoluzione del prossimo prototipo. “La Honda vorrebbe usare questo telaio nel 2022, ma venerdì non ho sentito il grande cambiamento. Ma non ha il fattore wow – ha proseguito Pol Espargarò -. Dobbiamo tenere sotto controllo i nostri problemi di aderenza e la fase di slittamento in frenata. Soprattutto è il grip, così da poter rivedere una Honda fluida, come la conosciamo dagli anni precedenti”.

La distanza dai primi è minima, tutti sono molto vicini, quindi il gap non è incolmabile. Basta un piccolo errore per essere fuori dai primi dieci. Nella terza sessione di prove libere dovrà giocarsi il tutto per tutto se vuole portare a casa un altro buon risultato dopo il quinto posto di Silverstone. “Ecco perché i nostri giri nelle FP3 di sabato sono molto importanti. Dobbiamo fare un giro impeccabile perché se togli l’acceleratore solo per poco tempo rispetto a un altro pilota, puoi finire in Q1 invece che in Q2. Ma è stata una buona giornata, ci siamo concentrati sulla gara e ci siamo preparati anche per le qualifiche. Sono contento di come sono andate le cose finora – ha concluso Pol Espargarò – perché abbiamo avuto una giornata produttiva”.

LEGGI ANCHE —> Alonso “chiama” Valentino Rossi: “Sarebbe bello correre insieme”

Pol Espargaro (getty images)