Valentino Rossi, nonostante il ritiro arrivano altre offerte: lo cerca la Aprilia

Pur avendo già deciso di lasciare la MotoGP, Valentino Rossi viene comunque corteggiato da altre Case: stavolta tocca alla Aprilia

Valentino Rossi con il marchio Aprilia nel 1999
Valentino Rossi con il marchio Aprilia nel 1999 (Foto Mike Cooper / Allsport / Getty Images)

Avrà anche annunciato il suo ritiro dalla MotoGP a fine stagione, ma Valentino Rossi non smette di essere comunque un pezzo pregiato del mercato piloti del Motomondiale. Che fa comprensibilmente molta gola a parecchie squadre.

Prima di scegliere di appendere il casco al chiodo, ad esempio, la Ducati sperava in un grande ritorno del Dottore sulla Desmosedici, stavolta non più quella ufficiale ma quella del suo stesso team, la VR46. Poi questa ipotesi è tramontata.

Ma c’è un’altra Casa che continua invece ad auspicare di poter riabbracciare il fenomeno di Tavullia. Si tratta della Aprilia, con cui Vale corse a inizio carriera, debuttando nel Mondiale a due ruote e poi vincendo i suoi primi due titoli in classe 125 e 250 nel 1997 e 1999.

L’amministratore delegato Massimo Rivola non nasconde di aver presentato numerose offerte al nove volte iridato, che restano valide nonostante la sua intenzione già confermata di abbandonare le corse: “Diciamo che l’abbiamo sempre cercato”, rivela ai microfoni di Libero. “Quello che ha fatto in passato per noi rimarrà indelebile. Se volesse tornare, come pilota o collaudatore, per lui le porte restano sempre aperte”.

Il presente di Aprilia si chiama Maverick Vinales

In attesa di vedere se Rossi, in un futuro chissà quanto lontano, cederà al corteggiamento del marchio di Noale, intanto già a partire dalla gara di Aragon sarà un altro top rider a debuttare in sella alla moto veneta: Maverick Vinales.

“Aveva una gran voglia di guidare, di iniziare questa esperienza con noi”, spiega Rivola. “L’ho trovato sereno e il suo entusiasmo mi ha colpito molto. Di talento ne ha da vendere, e lo si capisce anche dal suo adattamento con la moto già da questi test di Misano. Ci ha sorpreso. La grande paura era come Maverick potesse trovarsi su una V4, dato che ha sempre guidato moto con quattro cilindri in linea. Ma lui si è adattato subito, e insieme al motore ha apprezzato la gestione del gas. Oltre all’affidabilità dell’avantreno, che per un pilota è sempre importante”.

Massimo Rivola
L’amministratore delegato della Aprilia, Massimo Rivola (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)

LEGGI ANCHE —> Alberto Tebaldi: “La decisione di Valentino Rossi è dura”