Leclerc chiede scusa alla Ferrari: “Imparerò dall’errore che ho commesso”

Charles Leclerc si assume la responsabilità dell’errore che ha provocato l’incidente nelle prove libere del Gran Premio del Belgio

La Ferrari di Charles Leclerc dopo l'incidente nelle prove libere del Gran Premio del Belgio a Spa-Francorchamps
La Ferrari di Charles Leclerc dopo l’incidente nelle prove libere del Gran Premio del Belgio a Spa-Francorchamps (Foto Twitter/F1)

Charles Leclerc fa mea culpa. Gli è bastato un piccolo errore di guida, tra Les Combes e Malmedy, per rovinare l’intera giornata di prove libere del Gran Premio del Belgio.

Il Piccolo principe ha toccato con una gomma le vie di fuga in erba, ancora umide per le piogge dei giorni scorsi, e ha perso istantaneamente il controllo della sua Ferrari, sbattendo contro il muro a 180 km/h. Un incidente che non ci voleva e del quale il monegasco si assume la piena responsabilità.

“Finire contro le barriere non è stato il migliore dei modi per concludere il venerdì, ma sono domani e domenica le giornate che contano e io farò in modo di imparare dall’errore che ho commesso”, ha dichiarato ai giornalisti al termine della giornata.

Leclerc ha ancora bisogno di migliorare

E dire che le prove non erano iniziate così male, visto che nel turno mattutino Leclerc era riuscito a centrare il quarto tempo: “La prima sessione di libere è stata piuttosto positiva, mentre la seconda si è rivelata più complicata”, racconta. “C’è tutta una notte di tempo per mettere mano all’assetto della vettura e credo che ci possiamo aspettare una giornata migliore domani”.

Il circuito di Spa-Francorchamps, comunque, si è riconfermato ostico per la SF21, come ci si attendeva già alla vigilia sulla carta. “Abbiamo ancora un bel po’ di lavoro da fare”, conclude infatti Charles. “A livello di bilanciamento ero abbastanza soddisfatto, ma la prestazione sul giro non è stata quella che ci aspettavamo. Le condizioni della pista erano difficili, ma erano uguali per tutti e sembra che rimarranno le stesse per il resto del fine settimana, quindi ci dobbiamo abituare a gestirle”.

Sainz fuori dalla top ten

Non troppo soddisfatto nemmeno il suo compagno di squadra Carlos Sainz che, pur evitando incidenti, non è riuscito ad andare oltre l’undicesima posizione nella seconda sessione di libere.

“È bello essere tornati in pista, in particolare su un circuito come questo che, al volante di una vettura di Formula 1, regala sempre sensazioni straordinarie”, spiega il madrileno. “Me la sono goduta. In termini di prestazione, tuttavia, non si è trattato del migliore dei venerdì. Non abbiamo avuto modo di completare una simulazione di gara vero e proprio e anche il lavoro in configurazione da qualifica non è stato perfetto a livello di bilanciamento. Avremo parecchio da fare questa notte ma sono fiducioso che possiamo migliorare e ritrovarci in una posizione più interessante domani”.

La Ferrari di Charles Leclerc dopo l'incidente nelle prove libere del Gran Premio del Belgio a Spa-Francorchamps
La Ferrari di Charles Leclerc dopo l’incidente nelle prove libere del Gran Premio del Belgio a Spa-Francorchamps (Foto Twitter/F1)

LEGGI ANCHE —> Leclerc finisce contro le barriere a Spa. Intanto Hamilton si nasconde