Valentino Rossi ricorda Marco Simoncelli: “Niente è stato più come prima”

Nel bilancio che traccia alla fine della sua carriera in MotoGP, Valentino Rossi non può certamente dimenticare Marco Simoncelli

Marco Simoncelli e Valentino Rossi
Marco Simoncelli e Valentino Rossi (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)

È giunto l’inevitabile tempo dei bilanci, per Valentino Rossi. Un capitolo si chiude, quello più importante della sua storia personale, i ventisei anni da pilota professionista e da campione nel Motomondiale. E un altro se ne apre, quello che lo vedrà presto padre e capofamiglia.

In questo momento di svolta per la sua vita, dunque, il Dottore non può che fare i conti con i suoi ricordi. Quelli belli, fatti di tante vittorie e trionfi sui circuiti di tutto il mondo. Ma anche quelli brutti. Uno su tutti, si chiama Marco Simoncelli. C’è anche il nome del Sic nel consuntivo della carriera del fenomeno di Tavullia, e non poteva essere altrimenti. L’indimenticato pilota di Coriano era legatissimo al nove volte campione del mondo. Di più, era colui che Vale aveva designato come suo erede.

Lo aveva accolto sotto la sua ala protettrice, gli aveva svelato i suoi segreti, aveva costruito per lui un programma di allenamento che è stato solo un embrione di quella che sarebbe diventata la VR46 Riders Academy. Tutto fino a quel terribile 23 ottobre 2011, la data del fatale incidente di Sepang.

Le commoventi parole di Valentino Rossi su Marco Simoncelli

“Dopo Simoncelli, niente è stato come prima”, è stato il pensiero toccante che Rossi ha rivolto a Marco nel corso della lunga intervista concessa al Venerdì, l’inserto di Repubblica. Quel dramma lo ferì nel profondo, come è facilmente comprensibile. E solo il suo carattere forte e solare gli ha permesso di tornare a rivedere la luce: “Sono un ragazzo normale, che cerca sempre di vedere il lato buono delle cose. Ho vissuto, e non mi sono mai nascosto”, prosegue il numero 46.

A distanza, anche Paolo Simoncelli, il padre di Marco, gli ha in qualche modo risposto, applaudendo la sua decisione di appendere il casco al chiodo a fine stagione: “La parabola della vita va avanti e Valentino Rossi si è ritirato, facendo la scelta giusta al momento giusto”, ha commentato ai microfoni del Corriere Romagna.

Valentino Rossi in pista nelle prove libere del Gran Premio di Stiria di MotoGP 2021 al Red Bull Ring (Foto Petronas)
Valentino Rossi in pista nelle prove libere del Gran Premio di Stiria di MotoGP 2021 al Red Bull Ring (Foto Petronas)

LEGGI ANCHE —> “Ho un po’ di paura”: Valentino Rossi scopre la nuova vita da papà