Vinales passa alla Aprilia, ma con un sostanzioso taglio di stipendio

Dopo la brusca rottura con la Yamaha, Maverick Vinales si è accasato alla Aprilia, ma ha dovuto accettare una netta riduzione dell’ingaggio

Maverick Vinales sulla Aprilia
Maverick Vinales sulla Aprilia (Fotomontaggio TuttoMotoriWeb.it)

Il futuro a breve termine di Maverick Vinales è ancora tutto da definire. La Yamaha deve prendere una decisione in merito al destino del proprio pilota: nonostante le scuse pubbliche in televisione, infatti, Top Gun rischia comunque di essere licenziato per giusta causa e sostituito dal collaudatore Cal Crutchlow fino a fine stagione.

A lungo termine, invece, l’avvenire del pilota spagnolo è stato messo in cassaforte. Dalla prossima stagione passerà alla Aprilia: manterrà dunque un posto in un team ufficiale, che ad oggi è sicuramente meno competitivo rispetto a quello della Casa dei Diapason, ma comunque almeno altrettanto ambizioso. Lo dimostra lo stesso fatto di aver ingaggiato un top rider della sua pasta, che ha già al suo attivo un Mondiale, 25 vittorie e 24 pole position nelle varie classi.

Vinales porterà a casa molti meno soldi

Certo, per accasarsi a Noale lo spagnolo ha dovuto accettare un notevole e drastico taglio del proprio stipendio. Alla Yamaha percepiva la bellezza di otto milioni all’anno: ma vi ha rinunciato per il 2022, decidendo di interrompere il contratto con una stagione di anticipo, e ora rischia di perderne anche la quota che rimane da qui alla fine del campionato.

L’ingaggio che incasserà dal marchio veneto, invece, sarebbe di “soli” due milioni, stando a quanto riferisce oggi La Gazzetta dello Sport: insomma, esattamente un quarto di quello che era previsto dal suo precedente contratto. Una riduzione sostanziosa, che comunque potrebbe essere compensata da una maggior serenità nel suo nuovo ambiente.

La Aprilia, infatti, lo ha letteralmente accolto a braccia aperte e così anche il suo nuovo compagno di squadra Aleix Espargarò, che aveva già condiviso il team con lui ai tempi della Suzuki. “Benvenuto a casa tua Maverick, è tempo di fare la storia insieme e riportare l’Aprilia alla ribalta”, è stato il benvenuto dell’iberico al suo connazionale.

Maverick Vinales in pista sulla Yamaha al Gran Premio di Stiria di MotoGP 2021 al Red Bull Ring (Foto Philip Platzer / Red Bull)

LEGGI ANCHE —> Vinales, altro che sospensione: ora il suo futuro in MotoGP è ufficiale