Razgatlioglu risponde alle accuse di Redding: “Le gare sono così”

Razgatlioglu è stato accusato da Redding di guida pericolosa in occasione del sorpasso decisivo a Most. Ma il pilota Yamaha ci tiene a replicare.

Razgatlioglu Redding
Toprak Razgatlioglu e Scott Redding (foto WorldSBK)

È stato un post Gara 1 Superbike leggermente teso quello di Most. Infatti, Scott Redding si è lamentato del sorpasso con il quale Toprak Razgatlioglu si è preso la prima posizione e la vittoria all’ultimo giro.

Il pilota Ducati ha ritenuto eccessivamente rischiosa la manovra fatta dal rivale, accusandolo in generale di non essere sempre pulito quando supera degli avversari. Ovviamente quanto successo oggi darà ancora più carica all’inglese nel prendersi la rivincita domenica tra Superpole Race e Gara 2. Ma il turco, che oggi ha recuperato 25 punti su Jonathan Rea, sarà della partita.

LEGGI ANCHE -> Superbike Most, Redding attacca Razgatlioglu: “Fa sorpassi rischiosi”

SBK Most 2021, Razgatlioglu replica a Redding

Razgatlioglu al termine della prima manche SBK in Repubblica Ceca ha spiegato la propria posizione su quanto successo: «All’ultimo giro ho provato a fare del mio meglio. Sapevo che Johnny era caduto e mi servivano punti per la corsa al titolo. Io lotto per vincere. Ho fatto un piccolo errore nel passare Redding, siamo finiti entrambi larghi perché ho fatto una frenata molto forte. C’è stato un piccolo contatto e sono felice che non sia caduto. Queste sono le gare, possono capitare queste cose. Lui è arrabbiato e lo capisco».

Toprak adesso è a 12 punti da Rea, la vittoria di oggi è stata molto importante e gli dà fiducia per il prosieguo del weekend SBK a Most: «Sono felice. Non è stata una gara facile per me, perché non c’era grip con le gomme. Ho dato il 100% in ogni giro, perché volevo vincere. Mi ha sorpreso la caduta di Johnny, ho cercato di non commettere errori anche io».

Razgatlioglu Locatelli
Toprak Razgatlioglu e Andrea Locatelli entrambi sul podio in Gara 1 Superbike a Most (foto Yamaha)