Perez si rammarica per il giro mancato, poi aggiunge: “Superiamoli al via”

Sergio Perez è dispiaciuto per non aver fatto il secondo tentativo. Allo stesso tempo però è molto determinato per la gara di domani.

Sergio Perez (GettyImages)
Sergio Perez (GettyImages)

Sergio Perez sta disputando una stagione di grande sostanza. Le sue prestazioni fanno pensare che sia decisamente probabile che il messicano continui anche nella prossima stagione con lo stesso team. In questo 2021 è arrivata per lui anche una preziosa vittoria.

In particolare a Baku proprio la sua posizione ha costretto Hamilton ad un sorpasso impossibile che gli è poi costato un bello zero a fine giornata. Insomma il suo apporto alla squadra sino è stato sicuramente importante. Certo ci si aspetta sempre di più e man mano che impara a conoscere la vettura si spera che arrivino risultati di maggiore spessore.

Oggi, durante le qualifiche, è stato protagonista suo malgrado di uno spiacevole episodio. Il pilota messicano, infatti, rallentato dai due Mercedes davanti al suo compagno di team, non è riuscito a completare il suo secondo tentativo.

Perez: “Vogliamo mettere sotto pressione la Mercedes”

Come riportato da “Speedweek”, Perez ha così commentato l’accaduto: “Pensavamo di avere abbastanza tempo per superare il traguardo e fare un ultimo giro. Purtroppo però non è stato così. Avevo la sensazione che ci fosse ancora un po’ di tempo. Avevamo apportato alcuni aggiustamenti alla macchina prima di ripartire”.

Il messicano ha poi proseguito: “Questo poi è un percorso dove puoi trovare tanto tempo se gestisci bene la curva, ma questo non ha funzionato e mi dispiace. In ogni caso abbiamo ottenuto una buona posizione di partenza per la gara. Sapevamo che la Mercedes sarebbe stata molto forte e ora spero di poterli mettere sotto pressione in gara”.

LEGGI ANCHE >>> Wolff risponde a Perez: “Era già 4° prima, deve essere contento”

Infine Perez ha così concluso: “Non credo che la pole fosse alla nostra portata perché i piloti Mercedes oggi sono stati davvero molto bravi. Sarebbe stato sicuramente bello provarci. Partiamo con le morbide, quindi faremo una strategia diversa rispetto a loro. Lo scenario perfetto per noi è quello di superarli subito al via”.

Antonio Russo