Honda, il guaio è l’elettronica: Marquez mette in guardia

Marc Marquez non vede l’ora di scendere nuovamente in pista, ma allo stesso tempo ha tracciato la strada da seguire per la Honda.

Marc Marquez (GettyImages)
Marc Marquez (GettyImages)

In tanti si aspettavano dal ritorno di Marc Marquez un cambio di passo da parte della Honda. La squadra giapponese nel 2020 non è riuscita ad ottenere nemmeno una vittoria. Lo spagnolo da par suo ha vinto una gara, ma ha anche collezionato 3 ritiri e diverse cadute. Peggio è andata al suo compagno di team Pol Espargaro, che invece è il rider che è cascato di più.

La Honda sembra avere in particolare dei problemi nell’erogare potenza con il proprio propulsore. I piloti infatti sono spesso stati disarcionati dalla moto. Nei prossimi mesi si cercherà di lavorare per migliorare un po’ tutto il pacchetto, ma non è semplice viste le limitazioni.

Marc Marquez pronto a fare ancora la differenza

Sicuramente però si può lavorare molto dal punto di vista dell’elettronica. Come riportato da Speedweek è lo stesso Marc Marquez a tracciare la strada: “Dobbiamo lavorare sull’elettronica e migliorarla. Questa è anche una questione di sicurezza. Le cadute fanno perdere fiducia. La prima volta esci illeso, ma la seconda volta no”.

Infine lo spagnolo ha rimarcato i problemi che questo tipo di cadute provocano: “Quando queste cose accadono ti tolgono fiducia”. Insomma Marquez sembra avere le idee abbastanza chiare per le prossime settimane. C’è da lavorare tanto su questa moto per farla ritornare tra le migliori del lotto.

LEGGI ANCHE >>> Valentino Rossi alza l’asticella: “Nella seconda parte puntiamo in alto”

Naturalmente in tutto ciò pesa anche un Marc per ora ancora a mezzo servizio. La speranza è che questa pausa possa essere servita allo spagnolo per tornare nuovamente sui livelli ai quali ci aveva abituato prima del terribile infortunio di un anno fa.

Antonio Russo

Marc Marquez
Marc Marquez (Foto Gold & Goose/Red Bull)