MotoGP, Luca Marini arriva ad Assen con due incognite

Luca Marini arriva ad Assen con tanti dati utili raccolti al Sachsenring e due punti interrogativi per il week-end.

Luca Marini

Luca Marini ha chiuso la gara del Sachsenring in zona punti e si appresta a compiere un ulteriore passo avanti nel week-end olandese sul circuito di Assen. Il GP di Germania gli ha consentito di raccogliere molti dati utili sulla sua Ducati Desmosedici GP19 che potrebbero essere di grande aiuto nelle prossime gare, dopo aver trovato un modo per familiarizzare con la Rossa di Borgo Panigale.

Meteo e adattamento Ducati

Assen è un circuito veloce con lunghi curvoni, ma il rookie dello Sky VR46 Avintia dovrà fare i conti con due incognite che potrebbero invertire ogni pronostico: il meteo e il comportamento della Ducati dopo non aver corso l’edizione 2020 a causa della pandemia di Coronavirus. “Sarà emozionante correre ad Assen con la MotoGP: un tracciato storico, velocissimo, ma anche molto stretto. Non so come si adatterà la Ducati, stiamo crescendo, la squadra sta facendo bene e continueremo a lavorare per migliorare ancora la mia posizione sulla moto. La vera incognita sarà il meteo – ha concluso Luca Marini -, continuiamo così”.

Ai box c’è grande fiducia nei confronti del fratello di Valentino Rossi che dimostra di compiere step by step la crescita necessaria per affrontare la sfida del 2021 con una moto factory. “Il meteo sarà incerto, ma le temperature dovrebbero essere, come in Germania, alte e questo implicherà una particolare gestione delle gomme – ha detto Riben Xaus -. La pista è corta, gli pneumatici soffrono e l’asfalto è molto liscio. Sarà importante avere una messa a punto perfetta per affrontare al meglio il GP. Al Sachsenring Luca ha imparato moltissimo, ha fatto fatica, ma il passo è stato molto interessante nella seconda metà di gara. Non ha fatto errori, sta facendo uno step, è sempre nel gruppo e sono fiero di questo”.

Luca Marini al Sachsenring