Il team di Formula 1 cambia tutto: al comando un nuovo team principal

La storica scuderia di Formula 1 decide di sostituire il suo boss per cercare di ritrovare i grandi successi di un tempo

Una fase di gara del Gran Premio dell'Azerbaigian di Formula 1 2021 a Baku
Una fase di gara del Gran Premio dell’Azerbaigian di Formula 1 2021 a Baku (Foto Clive Rose/Getty Images)

Si completa la rivoluzione all’interno di un team di Formula 1. Che prova la carta di cambiare i suoi uomini al vertice per cercare di riscattarsi da una condizione attuale di crisi di risultati e risalire dal fondo della griglia ai piani nobili, dove era abituata storicamente a soggiornare nel passato.

Si tratta della Williams, che saluta Simon Roberts, colui che ha ricoperto il ruolo di team principal negli ultimi dodici mesi, durante la delicata fase del passaggio di proprietà dalla famiglia di Sir Frank, il fondatore, al gruppo d’investimento americano Dorilton Capital, che attualmente ne detiene il controllo.

Addio Roberts, il nuovo boss Williams sarà Capito

Ad assumere le sue responsabilità sarà Jost Capito, che affiancherà a questa posizione anche quella di amministratore delegato, che ricopriva fino ad oggi. Ex pilota della Dakar, vanta una lunghissima esperienza nei motori, nei rally come responsabile di Ford e Volkswagen, e in F1 alla Sauber prima, poi alla McLaren e ora, appunto, alla scuderia di Grove.

“Simon ha giocato un ruolo importante gestendo la transizione degli ultimi dodici mesi”, ha salutato così il suo predecessore Capito. “Voglio ringraziarlo per i grandi contributi dati durante questo periodo”.

Simon Roberts, che prima di passare alla Williams era stato uomo McLaren per ben diciassette anni, si congeda così: “Per me è stato un piacere assumere il ruolo di team principal dopo l’uscita da questo sport della famiglia Williams. Ma, una volta completata la transizione, sono in cerca di nuove sfide. Auguro a tutto il team il meglio per il futuro”. Al momento non si conosce ancora quale sarà la nuova destinazione di Roberts e se la sua intenzione sia quella di restare in F1.

LEGGI ANCHE —> Rosberg diventerà il nuovo Wolff? Ecco la risposta del tedesco

Jost Capito, amministratore delegato della Williams
Jost Capito, amministratore delegato della Williams (Foto Lars Baron/Getty Images)