Petronas o VR46, Yamaha non vuole tre team: Zeelenberg spiega perché

Zeelenberg commenta la situazione del team Petronas SRT, che tratta il rinnovo con Yamaha e che deve fare i conti con la concorrenza di VR46.

Wilco Zeelenberg
Wilco Zeelenberg (foto MotoGP.com)

Petronas SRT è tra i team che devono ancora definire il loro futuro in MotoGP. Il contratto con Yamaha è in scadenza a fine anno e c’è una trattativa in corso per rinnovarlo.

La squadra malese vuole continuare la partnership con la casa di Iwata, visti i buoni risultati ottenuti insieme. Ma c’è un ostacolo che si chiama VR46. Il team fondato da Valentino Rossi, attuale pilota proprio di Petronas SRT, sta negoziando a sua volta con Yamaha e tutto può succedere.

LEGGI ANCHE -> MotoGP, Alberto Puig fissa una scadenza nel box Honda

Wilco Zeelenberg sul futuro del team Petronas SRT

Wilco Zeelenberg in un’intervista a Motorsport.com ha avuto modo di spiegare in modo chiaro la situazione: «Ci piacerebbe molto rimanere con la Yamaha, ma non dipende solamente da noi. C’è anche VR46 interessato. La Yamaha non vuole avere tre squadre, perché non potrebbe gestirle nel modo in cui vorrebbe. Vedremo, la situazione non è cambiata in queste settimane».

Il team manager Petronas SRT spiega che la squadra malese ha grandi motivazioni nel proseguire il suo cammino in MotoGP iniziato tre anni fa: «Dorna ha confermato per noi due posti per altri cinque anni. Il team annuncerà formalmente i suoi piani quando sarà il momento».

Sicuramente è strano che a strappare la partnership con Yamaha a Petronas SRT possa essere il team fondato da Valentino Rossi, attuale pilota della squadra malese. Una situazione che forse non aiuta il Dottore ad avere la migliore atmosfera possibile attorno a lui nel box.

Valentino Rossi nel paddock del Gran Premio di Francia di MotoGP 2021 a Le Mans
Valentino Rossi nel paddock del Gran Premio di Francia di MotoGP 2021 a Le Mans (Foto Petronas)