Il giovane talento del Motomondiale lancia già la sfida a Valentino Rossi

Anche il più giovane dei talenti che stanno emergendo nel Motomondiale ha una sola ambizione: dare battaglia a Valentino Rossi

Valentino Rossi
Valentino Rossi (Foto Dorna)

Avrà anche quarantadue anni ormai suonati. Non vincerà un Gran Premio da quattro stagioni e un titolo mondiale ormai da dodici. Eppure Valentino Rossi rimane indiscutibilmente il punto di riferimento della MotoGP, il personaggio più conosciuto e seguito.

Non solo per i tifosi e gli appassionati, ma anche per i suoi stessi colleghi. Quelli che ha sfidato (e, spesso e volentieri, anche battuto) per diverse generazioni, tanto da arrivare ora a scontrarsi anche con piloti che hanno praticamente la metà della sua età.

Pedro Acosta vuole battere Valentino Rossi

Che battere Valentino Rossi, anche questo Valentino Rossi di oggi, rappresenti ancora un obiettivo fondamentale per tutti i giovani che si affacciano al mondo delle due ruote lo conferma Pedro Acosta. Ovvero, il talentino emergente della Moto3 che ha sbalordito l’intero paddock.

A soli diciassette anni, lo spagnolo ha esordito solo in questo campionato nel Motomondiale e, da debuttante assoluto, finora ha conquistato tre vittorie e un secondo posto su quattro gare. Un ruolino di marcia davvero impressionante.

Tanto da conquistarsi l’attenzione anche della stampa, che in questi giorni lo sta tempestando di domande e di interviste, come di solito non capita ai ragazzini che competono nelle classi inferiori. Il quesito forse più interessante che gli è stato posto è quello che riguarda proprio le sue ambizioni per il suo futuro.

Il sogno del ragazzino emergente della Moto3

E non c’è solo quella di arrivare in alto: “Vincere il Mondiale di MotoGP“, ha naturalmente indicato ai microfoni de La Repubblica. E diciamo che, per come ha cominciato, sembra avere tutte le carte in regola per riuscirci, un domani.

Più complicato sembra realizzare l’altro suo sogno: “Arrivare un giorno a battermi con una leggenda come Valentino Rossi“. Il Dottore si sta ormai avviando alla fine della carriera ed è probabile che avrà ormai appeso il casco al chiodo per il giorno in cui Acosta arriverà al massimo campionato motociclistico.

Ma lui un po’ ci crede ancora: “Spero che Rossi continui a correre per qualche stagione…”, sorride. Del resto, il fenomeno di Tavullia ci ha abituato alle imprese impossibili nel corso degli anni. E forse dobbiamo iniziare ad abituarci anche a quelle di Pedro.

LEGGI ANCHE —> “Valentino Rossi si sentì tradito da Yamaha”: Lorenzo svela un aneddoto

Pedro Acosta sul gradino più alto del podio del Gran Premio di Spagna di Moto3 2021 a Jerez
Pedro Acosta sul gradino più alto del podio del Gran Premio di Spagna di Moto3 2021 a Jerez (Foto Dorna)