Ecco perché Verstappen può pareggiare i conti con Hamilton a Barcellona

Per ora è 2 a 1 nello scontro diretto. Ma Verstappen, nel suo 100° GP, vuole tornare davanti a tutti. E sono tanti i motivi per crederci

(Photo by Lars Baron/Getty Images)

Due vittorie a uno. Per ora Lewis Hamilton conduce la battaglia contro Max Verstappen che vale il titolo iridato. A Barcellona si rinnova il confronto tra i due, con l’olandese che medita vendetta dopo quanto successo a Portimao una settimana fa.

Verstappen e il talismano Barcellona

Nonostante sia dietro in campionato, Verstappen crede già di poter pareggiare i conti con l’inglese, quantomeno in termini di vittorie, già in Spagna. E i motivi per farlo sono diversi. A partire dal fatto che la pista del Montmelò è tra le preferite del talento olandese, visto che nel 2016 centrò il suo primo successo proprio qui. Poi un ritiro nel 2017, a cui hanno fatto seguito due terzi posti e un secondo posto. E proprio a Barcellona, in questo weekend, festeggerà il suo 100° GP. Sarà, ma a volte la cabala può contare.

Portimao? Solo un episodio. La Red Bull è la migliore

Il secondo posto in Portogallo poi, arrivato dopo un sorpasso subito in pista da Hamilton e un ritmo non all’altezza del rivale, ha fatto male. Ma, nonostante tutto, Verstappen può guardare con fiducia all’appuntamento spagnolo.

A Portimao infatti c’erano condizioni particolari: un asfalto molto liscio sul quale la Mercedes è riuscita a far funzionare le gomme meglio della Red Bull, però solo con Hamilton. E a Barcellona la situazione sarà ben diversa. La RB16B è una macchina di livello, decisamente più stabile ed in grado di generare con il fondo vettura un carico aerodinamico più elevato ed equilibrato rispetto alla rivale di Brackley.

Ed è per questo che Verstappen è così tranquillo. Sa di avere per le mani la macchina più performante adesso e vuole sfruttare ogni occasione possibile. Per questo si spiega la grande delusione portoghese, dove il rammarico è stato ancor più grande per l’errore compiuto in qualifica che gli ha tolto la pole e quello in gara che non gli ha permesso di prendere anche il punto bonus per il giro veloce. A Barcellona si può prendere la sua rivincita, ma servirà dare come sempre il 100%, perché Hamilton ha fatto capire che non abdicherà tanto facilmente.

LEGGI ANCHE —> “Basta str***ate su di me”: Bottas perde la calma e svela tutta la verità