F1, è lotta a Portimao: ma Verstappen prepara la fuga. L’analisi delle prove

Sarà ancora lotta Mercedes-Red Bull ma Verstappen sembra volare in simulazione gara. La Ferrari si conferma terza forza in campo, sorprende l’Alpine

Verstappen sulle colline di Portimao (Photo by Bryn Lennon/Getty Images)

Non poteva mancare lo spettacolo sulle colline di Portimao con la F1. Su uno dei circuiti più belli del Circus, oltre che tra i più complicati, si prospetta un weekend davvero molto interessante. E non solo in chiave vittoria.

Mercedes vs Red Bull, si rinnova la sfida

Davanti a tutti, neanche a dirlo, Mercedes e Red Bull. Ormai è chiaro che sono loro le macchine che si contenderanno fino alla fine il titolo per questo 2021. E lo hanno ribadito anche nelle prime due sessioni di prove libere. Non inganni però il miglior tempo di Lewis Hamilton, perché Max Verstappen, distante poco più di un decimo, ha i mezzi per ribaltare la situazione.

Più sornione Valtteri Bottas, che sta confermando almeno quanto visto nei gran premi scorsi, quando è protagonista al venerdì ma poi non è capace di ripetersi nei momenti chiave del sabato. Occhio però che stavolta il finlandese non è sembrato così male sul passo gara, molto vicino al compagno di box.

In ottica qualifica non sembrano esserci dubbi, con Hamilton e Verstappen favoriti e Bottas terzo incomodo qualora stavolta dovesse azzeccare il giro giusto.

Verstappen impressionante sul ritmo gara

Ma ad impressionare è stata la prova di simulazione gara di Verstappen. Con gomma gialla è sceso sotto l’1:23 in più di una occasione, facendo capire chiaramente che la strategia domani in casa Red Bull (infatti anche Sergio Perez ha seguito Max) sarà quella di passare la Q2 con le gomme medie.

Una tattica questa che potrebbe non seguire la Mercedes. Quantomeno la FP2 di oggi ha dimostrato come passare il taglio con questa gomma possa essere un azzardo. Non bene infatti il ritmo dei due piloti spinti dal motore tedesco, mentre ben altro è stato con gomma soft, anche se qui c’è anche la concorrenza di una terza scuderia.

Ferrari, passo in avanti importante

Il quarto e settimo tempo di Carlos Sainz Jr e Charles Leclerc dicono di una Ferrari in decisa crescita. E non solo in ottica qualifica. La Rossa di Maranello infatti è sembrata sì puntuale sul giro seco, ma soprattutto ben bilanciata in ottica domenica. Ed è questo poi che conta.

Buono il passo messo in pista sia dallo spagnolo che dal monegasco con entrambe le mescole, in particolare Leclerc si è dimostrato molto vicino alle Mercedes con la soft. Una Ferrari che sui saliscendi di Portimao, almeno per oggi, ha messo in chiaro che è lei al momento la più in forma per quanto riguarda la lotta al terzo posto nel campionato costruttori.

Qualche difficoltà in più l’hanno mostrata le McLaren, soprattutto guardando alla gara. Non ingannino però l’ottavo posto di Daniel Ricciardo e il dodicesimo di Lando Norris: per le qualifiche saranno di nuovo lì, ma certo è che qualche fatica in più sulla pista portoghese al momento l’hanno trovata. E dovesse mancare lo spunto anche domani, quando ci sarà da formare la griglia di partenza, non sarà semplice recuperare domenica.

Sorpresa Alpine: solo un’illusione?

Chi si rivede, verrebbe da dire, guardando Fernando Alonso ed Esteban Ocon, rispettivamente quinto e sesto con l’Alpine. La machina francese era la grande delusione di questo inizio 2021, insieme all’Aston Martin. In FP2 il riscatto, anche se il passo gara non sembra essere dei migliori. E’ vero che sono arrivati anche aggiornamenti per questo appuntamento portoghese, ma sabato si aspettano delle conferme importanti.

Per quanto riguarda la “verdona” invece incoraggiante Lance Stroll, nono assoluto ma con un ritmo niente male in ottica gara, mentre continua a faticare terribilmente Sebastian Vettel, quindicesimo. Segno che le difficoltà ad adattarsi al nuovo mezzo sono ben lontane dall’essere superate.

LEGGI ANCHE —> F1 GP Portogallo, Prove Libere 2: tempi e classifica finale

Charles Leclerc (Photo by Peter Fox/Getty Images)