Ciabatti vuota il sacco sulla VR46: “Vi spiego cosa accade”

Dopo le tante chiacchiere dei giorni scorsi Paolo Ciabatti parla della possibilità di vedere la VR46 legata alla Ducati nei prossimi anni.

Valentino Rossi e Jack Miller (GettyImages)
Valentino Rossi e Jack Miller (GettyImages)

Sono giorni molto intensi per Valentino Rossi e la VR46. Dopo l’annuncio dell’approdo in MotoGP nel 2022 ora bisogna trovare una moto. In Yamaha la situazione è abbastanza chiusa dalla presenza forte di un colosso come Petronas che ha in mano il team clienti al momento.

Difficile anche la pista Aprilia, che non ha al momento ancora una moto abbastanza competitiva. Da capire anche il discorso Suzuki che senza Davide Brivio ha perso appeal per il Dottore. Inoltre i giapponesi non hanno esperienza con i team clienti visto che non ne hanno mai avuto uno. L’ipotesi più concreta quindi resta proprio la Ducati, che resterà orfana dall’anno prossimo del Team Esponsorama.

Per Ciabatti Ducati divisa tra VR46 e Gresini

Durante un’intervista rilasciata a Sky, Paolo Ciabatti ha fatto il punto della situazione: “Sappiamo che purtroppo il team di Raul non ha avuto il rinnovo del contratto, quindi non sarà in MotoGP dal 2022. Noi non abbiamo mai nascosto che ci sarebbe piaciuto e ci piace poter contare ancora su un secondo team indipendente. Quindi stiamo facendo le nostre valutazioni. I nomi sono un po’ quelli che sapete tutti”.

LEGGI ANCHE >>> Valentino Rossi sospeso tra Yamaha, Ducati e Aprilia. Perché sì, perché no

Il manager della Ducati ha poi proseguito: “Stiamo parlando con Gresini Racing e con la VR46, che già fa parte del Team Esponsorama. Al momento è ancora prematuro per poter dire di più. L’Aprilia quest’anno sembra molto competitiva. Quindi vedremo come andrà a finire. Ogni costruttore si gioca le sue carte e noi cercheremo di giocare bene le nostre”. Insomma l’idea sembra concreta e potrebbe arrivare l’annuncio definitivo già nelle prossime settimane.

Antonio Russo