Marquez si prende tutte le colpe: “Il limite sono io e non la moto”

La Honda non vince più, ma Marquez si addossa tutte le colpe. Lo spagnolo però vuole tornare al top in MotoGP.

Marc Marquez (GettyImages)
Marc Marquez (GettyImages)

La Honda da quando Marquez si è fatto male un anno fa non è riuscita più a trovare la via del successo. La casa giapponese ha colto solo un paio di podi in questi mesi. Ora però è tornato in sella lo spagnolo e sono aumentate anche le aspettative del team nipponico che spera di tornare grande.

Durante la conferenza stampa Marc Marquez ha così dichiarato in merito alla scorsa gara: “Portimao è stato un weekend davvero speciale da tutti i punti di vista. Qui mi sembra un weekend normale invece per me. Le mie condizioni fisiche sono molto simili. Il mio obiettivo è quello di essere costante. Su questo circuito ho bei ricordi e anche cattivi. Sappiamo quale è il limite, non è della moto o delle gomme, il limite sono io”.

Marquez: “La Honda ha portato delle novità”

Lo spagnolo ha poi raccontato del programma svolto in questi ultimi giorni tra le due gare: “Mi sono allenato in questi giorni sempre in modo leggero perché il corpo mi chiedeva di rallentare un po’. Ho preso tanti antibiotici e ci vuole tempo. Contenersi a 28 anni è difficile, ma devo farlo. Ho rivisto la gara di Portimao. La mia posizione sulla moto non è quella giusta, soprattutto nelle curve a destra. Sentivo di non essere nella posizione giusta”.

LEGGI ANCHE >>> Bagnaia rivela su Valentino Rossi: “Ci caccia se facciamo questo”

Infine Marquez ha concluso così: “La Honda sta lavorando e ha portato delle novità. Io però non sono in grado di parlare su questo perché il limite sono io e non la moto. I social media sono il presente e il futuro. Naturalmente possono essere sia positivi che negativi. Può essere molto negativo quando c’è un attacco alla tua persona”.

Antonio Russo