Valentino Rossi spiega perché non si ritira: “Il mio pensiero è semplice”

Valentino Rossi risponde così ai tanti campioni che lo spingono verso l’abbandono alla MotoGP: “Vi spiego come ragiono io”

Valentino Rossi in sella alla Yamaha Petronas nel Gran Premio del Portogallo di MotoGP 2021 a Portimao
Valentino Rossi in sella alla Yamaha Petronas nel Gran Premio del Portogallo di MotoGP 2021 a Portimao (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Continua ad aumentare di giorno in giorno la platea degli addetti ai lavori e degli osservatori che spingono Valentino Rossi verso la porta d’uscita dalla MotoGP. Il primo a farlo è stato Marco Lucchinelli, usando parole anche piuttosto decise. Poi, ieri, a lui si è unito anche Giacomo Agostini.

Gli ex campioni del mondo sono convinti che questo finale malinconico della sua carriera, in cui si ritrova a lottare per le ultime posizioni, non giovi affatto all’immagine del Dottore, dopo tanti anni trascorsi a dominare il Motomondiale. Eppure il diretto interessato non condivide la loro posizione.

Il motivo lo ha spiegato oggi, nel corso di una lunga intervista concessa ai microfoni della Gazzetta dello Sport: “Il mio ragionamento è molto semplice e mi fa strano che certa gente non lo capisca, forse il mio modo di pensare è diverso”, ha esordito il fenomeno di Tavullia.

Valentino Rossi continua ad avere voglia di correre

Valentino Rossi non si illude affatto di essere eterno o di riuscire a battere lo scorrere degli anni. Semplicemente, è mosso ancora dalla passione per le corse, e nonostante la consapevolezza della situazione attuale complicata che sta vivendo, la gioia di salire su una moto della classe regina continua comunque a prevalere.

“A me piace come mi sento, la sensazione, l’adrenalina che mi dà vincere, andare sul podio o solo fare una bella gara”, spiega il nove volte iridato. “So benissimo che alla fine il tempo l’avrà vinta, purtroppo per tutti è così, ma provo con tutte le mie forze a rendergliela il più difficile possibile, ecco. Questo è il solo motivo per cui ancora corro. Secondo me quello che perdi smettendo di fare quello che ti piace di più, è maggiore rispetto a quello che guadagni nello smettere quando sei all’apice della carriera”.

La vecchiaia non si fa sentire

Nell’atteggiamento di Rossi c’è poi anche un po’ di benevola sindrome di Peter Pan: la voglia di non invecchiare mai. Che trapela dal suo modo di comunicare, ma anche dal lavoro che continua a portare avanti insieme ai ragazzini della sua VR46 Riders Academy. Lui stesso ammette di non avvertire affatto il peso dell’età che avanza.

“A parte quando mi guardo allo specchio, io non mi sento assolutamente vecchio”, sostiene. “Però vedere Graziano (Rossi, suo padre, ndr) e la Stefania (Palma, sua madre, ndr) con i capelli bianchi fa effetto. Vorrei che rimanessero giovani per sempre anche loro”.

LEGGI ANCHE —> Pasini difende Valentino Rossi: “I suoi problemi non sono la forma o l’età”

Valentino Rossi in pista sulla sua Yamaha al Gran Premio del Portogallo di MotoGP 2021 a Portimao
Valentino Rossi in pista sulla sua Yamaha al Gran Premio del Portogallo di MotoGP 2021 a Portimao (Foto Petronas)